L’attivo gestito degli ETP su commodity raggiunge un nuovo record nel primo trimestre 2011 dato che gli investitori hanno aumentato la loro esposizione alle materie prime

14/apr/2011 16.27.15 Corvaglia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’attivo gestito degli ETP su commodity raggiunge un nuovo record nel primo trimestre 2011 dato che gli investitori hanno aumentato la loro esposizione alle materie prime

 

Milano, 14 aprile 2011 – Nel primo trimestre 2011, l’attivo gestito (AUM) degli ETP su commodity è cresciuto fino a battere il nuovo record di 174 miliardi di dollari, rispetto ai 163 miliardi di dollari totalizzati a fine dello scorso trimestre e ai 110 miliardi di dollari registrati nello stesso trimestre del 2010. Una crescita del 58% anno su anno. Questi dati sono estratti dal Global Commodity ETP Quarterly del primo trimestre 2011, la guida pubblicata da ETF Securities per investire in ETP su commodity a livello mondiale.

 

Di seguito, le principali evidenze che emergono da Global Commodity ETP Quarterly del primo trimestre 2011 pubblicato oggi da ETF Securities:

 

 

-               Nel primo trimestre 2011 L’attivo gestito totale degli ETP su commodity ha raggiunto il record di 174 miliardi di dollari, una crescita di 10,2 miliardi di dollari rispetto al trimestre precedente. I flussi di vendite per il primo trimestre sono stati di 3,5 miliardi di dollari, con gli ETP su indici diversificati di commodity e quelli sulle materie prime agricole che hanno registrato la domanda più forte.

 

-               Gli ETP su indici diversicati di commodity hanno registrato I flussi più ingenti nel primo trimestre 2011 con 2,6 miliardi di dollari di raccolta, dato che gli investitori hanno cercato di avere esposizione all’aumento generale dei prezzi delle commodity, di proteggersi dall’inflazione e di diversificare i loro portafogli. Parte dei flussi sembra provenga dagli ETF sui mercati emergenti dato che gli investitori hanno cercato esposizione alla crescita di domanda proveniente da questi paesi cercando al contempo di ridurre la loro esposizione ai mercati azionari in generale ma anche  ai rischi societari e a quelli politici.

 

-               Nel primo trimestre 2011, gli ETP del comparto agricolo si sono piazzati al secondo posto per flussi registrati. I livelli storicamente bassi di scorte per molte commodity agricole e il desiderio di protezione da ulteriori aumenti del prezzo del cibo hanno attratto parecchi investitori su questo settore. Gli afflussi sono stati focalizzati principalmente sugli ETP che replicano bascket diversificati commodity agricole (1,4 miliardi di dollari) mentre il cotone è stato l’ETP su singola commodity più scambiato (141 milioni di dollari).

 

-               Rispetto al 2010 c’è stata un’inversione di tendenza sull’oro che ha visto 1,9 miliardi di dollari di deflussi nel primo trimestre 2011. Mentre i deflussi sono stati registrati tutti in gennaio, guidati dalle aspettative di tassi di interesse più alti e da un abbassamento della percezione di rischi politici e finanziari.  Diversamente a febbraio e a marzo,  i problemi del debito sovrano della periferia europea, l’istabilità politica del Medio Oriente e Nord Africa e le preoccupazioni relative all’aumento di inflazione hanno spinto gli investitori a ripensare l’investimento in oro e a spingere, di conseguenza, i prezzi del metallo giallo a nuovi record. In marzo gli afflussi sul metallo giallo hanno rimbalzato in modo sensibile, registrando un aumento di 958 milioni dollari.

 

-               L’argento, una delle commodity più peformanti nel primo trimestre  2011, ha registrato ingenti flussi pari a 889 milioni di dollari dato che gli investitori sono stati attratti dalle sue cataratteristiche: lo status di bene rifugio e le tradizionali proprietà di metallo industriale. I metalli industriali in gnere hanno visto 286 milioni di dollari di afflussi, la maggior parte focalizzati su basket diversificati (166 milioni di dollari). Relativamente a commodity singole, lo stagno è stato l’ETP più scambiato di questo comparto (94 milioni di dollari)

 

-               All’interno del settore energetico, gli ETP petroliferi hanno visto aumetare vertiginosamente gli afflussi a causa della  ripresa dei tumulti in Medio Oriente in gennaio e frebbraio, nonostante alcuni di quei flussi abbiano subito un trend inverso a marzo, gli ETP petroliferi sono in crescita di 183 milioni di dollari nel primo trimestre.  Nel primo trimestre 2011, gli investitori sembrano aver considerato l’aumento dei prezzi del natural gas  come un’opportunità per ridurre le loro posizioni sulla material prima. I deflussi sono stati pari a 955 milioni di dollari.

 

 

Nicholas Brooks, Head of Research and Investment Strategy, ha commentato:

“Gli asset degli ETP su commodity a livello mondiale sono aumentati fino a 174 miliardi di dollari alla fine del primo trimestre 2011,  si tratta di un nuovo record. Gli asset totali sono aumentati di 10,2 miliardi di dollari durante il trimestre con i prodotti su indici dicersificati di commodity che rappresentano più di metà di questo incremento. Il forte interesse per un’esposizione diversificata alle commodity sembra sia stata guidata dalla domanda degli investitori non solo per una diversificazione del portafoglio ma anche per puntare sulla crescita dei mercati emergenti senza andare in contro a rischi specificatamente azionari e politici che tipicamente si verificano investendo nei mercati azionari emergenti. Parecccchi investitori stanno utilizzando i commodity ETP come modo diretto di proteggere i loro portafogli dal vertiginoso aumento dei prezzi del cibo e dei combustibili fossili. Gli ETP sull’oro hanno visto ingenti deflussi in gennaio ma successivamente il trend si è invertito e i flussi sono cresciuti di quasi un miliardo di dollari in marzo dato che la percezione del rischio geopolitico, finanziario e di inflazione è aumentata.”

 

 

Il Global Commodity ETP Quarterly di ETF Securities è un report che mostra idati statistici chiave e i dettagli della vasta e crescente scelta di esposizioni e strategie attraverso i commodity ETP di tutto il mondo. La guida cerca di spiegare I fattori chiave che guidano le performance degli ETP, mostra I trend emergenti e sottolinea i rischi più importanti e le  opportunità potenziali all’interno del settore.

 

L’ultima edizione fornisce uno speciale focus che analizza il crescente range di indici di commodity replicati dagli ETP, le loro caratteristiche di rendimento e I problemi a cui gli investitori hanno bisogno di prestare attenzione quando decidono il tipo di indice su cui investire.

 

Per accedere agli highlights clicca qui: http://emreact.com/aem/clients/ETF001/images/GlobalCommodityETPFlows1Q2011.pdf

 

 

 

###

 

Per ulteriori informazioni, contattare:

ecomunicare

Tel: +39 02 67101008

Antonio Sidoti        antonio.sidoti@ecomunicare.com

Sergio Imbonati:     sergio.imbonati@ecomunicare.com

 

 

1.       Exchange Traded Products (ETPs) è il termine utilizzato per comprendere Exchange Traded Funds (ETF), Exchange Traded Commodities (ETC), Exchange Traded Notes (ETN) and Grantor ed altri Statutory Trust. Il Global Commodity ETP Quarterly include tutti gli ETP quotati a livello mondiale. I commodity ETP si riferiscono a ETP che replicano i rendimenti delle materie prime, non a società coinvolte in questo settore

 

2.       Solo dove titoli, net asset value e dati sui volumi sono pubblici e disponibili regolarmente, ETF Securities ha considerato i prodotti nel calcolo del patrimonio gestito, dei flussi netti e del turnover. Ci sono alcuni prodotti dove questi dati non sono disponibili tempestivamente e su basi regolari, per cui sono stati necessariamente esclusi. I calcoli su patrimonio gestito e flussi netti includono solo principalmente ETP quotati, mentre il turnover comprende anche i cross listing


ETF Securities

 

ETF Securities è il pioniere mondiale di Exchange Traded Commodities (ETC), Exchange Traded Currencies (ETC) ed emittente di Exchange Traded Funds (ETF) di terza generazione. Il management di ETF Securities è pioniere nello sviluppo degli ETC con la prima quotazione al mondo di un ETC, il Gold Bullion Securities, in Australia e a Londra nel 2003. Nel 2006 ETF Securities ha quotato la prima piattaforma completa di ETC al London Stock Exchange (LSE).

 

Gli ETP forniscono agli investitori una ampia varietà di strategie d’investimento grazie all’esposizione diretta ed indiretta sulle materie prime resource equity, physical, long, forward, leveraged e short su tutti i settori correlati alle commodity e alle valute del G10. Gli ETP sono di facile accesso, scambiati in cinque valute (euro, dollari, sterline, dollari australiani, yen) e quotati nelle nove più importanti borse mondiali incluse Borsa Italiana, London Stock Exchange, NYSE-Euronext Paris, NYSE-Euronext Amsterdam, Deutsche Borse, e Australian Securities Exchange, New York Stock Exchange, Tokio Stock Exchange, Irish Stock Exchange.

 

ETF Securities ha un attivo gestito totale di 27,5 miliardi di dollari statunitensi (dati al 31 marzo 2011)

 

 

 

 

 

_____________________________________

ecomunicare

Antonio Sidoti
antonio.sidoti@ecomunicare.com
Milano - Via Vittor Pisani, 8 - T +39.02.67101008
Brescia - Via Creta, 78

M +393356312782

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl