Portare maggior comprensione sui Diritti Umani

19/apr/2011 01.54.50 Walczyk Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Azione di sensibilizzazione ed informazione a Roma con Gioventù per i Diritti Umani



ROMA - 19 aprile 2011 - A distanza di oltre 60 anni , la dichiarazione universale dei diritti umani non vede, soprattutto attraverso gli ultimi fatti di cronaca internazionale, ancora una piena applicazione in diversi stati del mondo. Accogliendo lo stesso invito dell’ONU fatto nel 1948, si rende necessario divulgare ad ampio raggio i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Guerre, povertà, ingiustizie e schiavitù sono il campanello d’allarme per far si che questo importante documento ottenga più attenzione da parte di organi governativi ed opinione pubblica. Il lavoro svolto dai volontari della sezione romana di Gioventù per i Diritti Umani tende a supportare le Nazioni Unite in questo arduo compito. Come accade regolarmente da oltre un anno, anche questa settimana ha visto i volontari impegnarsi attraverso uno stand informativo nel centro di Roma dove, oltre che alla distribuzione di materiale informativo prodotto dalla fondazione, hanno invitato i cittadini romani a firmare la petizione popolare che invita le istituzione a fare dei 30 articoli oggetto di studio in ambito scolastico. Il programma di Gioventù per i Diritti Umani è anche supportato da strumenti che facilitano il cittadino nella comprensione degli articoli stessi. I 30 annunci di pubblica utilità ad esempio, sono un modo per dar maggior comprensione, in maniera semplice e immediata, del concetto di ciascun articolo della Dichiarazione Universale. I video, già in onda su diverse TV regionali nel Lazio, stanno raggiungendo decine di migliaia di cittadini, contribuendo ad una maggiore comprensione del documento sancito dall’ONU nel 1948.

Perno del progetto Gioventù per i Diritti Umani Internazionale è quindi la Dichiarazione Universale ed in particolare, perché la ruota dei diritti umani cominci a mettersi in moto, l’articolo 29, quello della responsabilità di ogni individuo nel diventare un paladino e difensore dei diritti umani. I volontari di Gioventù per i Diritti Umani continueranno a chiedere ai cittadini di attivarsi nel promuovere la cultura dei diritti inviolabili dell’uomo affinché “i diritti umani diventino una realtà, non un sogno idealistico”, come osservò l’umanitario L. Ron Hubbard.

Per informazioni
www.youthforhumanrights.org
dirittiumani.romaorg@gmail.co

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl