Segnali di ripresa per il marchio fiat

Nei primi 3 mesi del 2011 la fiat ha immatricolato in Italia poco meno di 148.000 automobili, con un calo di circa 29 per cento in meno rispetto allo stesso periodo del 2010.

03/mag/2011 09.57.10 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Nei primi 3 mesi del 2011 la fiat ha immatricolato in Italia poco meno di 148.000 automobili, con un calo di circa 29 per cento in meno rispetto allo stesso periodo del 2010.

I motivi di questa sensibile flessione sono numerosi, non legati esclusivamente alla crescita del prezzo dei carburanti successivo alla crisi del Nord Africa e all'aumento delle accise deciso dal governo nazionale.

Il primo trimestre del 2010 aveva fatto registrare un numero elevato di vendite grazie alla possibilità di usufruire degli incentivi statali, un dato che genera un confronto palesemente falsato rispetto alle vendite dell'anno in corso.

In un quadro generale di segno negativo emergono comunque dei segnali di fiducia; rispetto al mese di febbraio la percentuale di nuove immatricolazioni di marzo aggiunge quasi un punto percentuale, passando da 28,4 al 29,35 per cento.

Inoltre ai primi due posti nelle vendite si confermano due vetture del Lingotto; la fiat Punto, con il 22,3 per cento delle immatricolazioni totali, e la fiat Panda, la più venduta tra le vetture di segmento A. Ottimi risultati sono stati raggiunti anche da Qubo e Doblò, dominanti nella categoria delle multispazio, nella quale rappresentano oltre il 64 per cento delle vendite totali.

Il mese di marzo ha visto anche una leggera flessione del mercato dell'usato, che comunque nei primi tre mesi ha fatto registrare una crescita globale di 6,4 punti percentuale.

Questa crescita, dovuta di riflesso alle diminuzioni delle nuove immatricolazioni, trova un'ulteriore motivazione nelle analisi condotte da Eurotax Italia secondo le quali nel mese di aprile un auto acquistata l'anno precedente si è svalutata mediamente solo del 3,41 per cento.

Le vetture del marchio fiat sono in linea con questa tendenza del mercato, con una percentuale (3,40%) praticamente identica a quella generale.

Un’attenta ricerca nel mercato dell'usato può quindi portare ad ottimi affari; sia che si vada alla ricerca di una monovolume, ad esempio una multipla usata, sia che si cerchi tra le macchine fuori produzione, come nel caso della fiat ulysse, troveremo sicuramente l'occasione che fa per noi.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl