Anorgasmia: dolente e silente disfunzione sessuale maschile

09/mag/2011 17.41.13 Comodo.it - Il portale di preservativi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per l’uomo non è sempre facile parlare di sessualità, specie se se ne deve parlare per un problema o una disfunzione. Come ben sappiamo, l’identità maschile, è fortemente centrata sulla potenza sessuale, una possibile disfunzione della sessualità, porta ad identificare tutto il proprio vissuto quotidiano nella dsfunzione: in questi campi è difficile tener separati i prioblemi e un problema sessuale diviene presto un problema di ogni ambito della vita quotidiana: l’individuo non ha una disfunzione, ma “è una disfunzione”, confondendo la parte, con il tutto.

Quando si parla di disfunzioni sessuali si elencano sopratutto le conseguenze dell’eiaculazione precoce (clicca qui e scopri come vincere l’eiaculazione precoce), o la disfunzione erettile. Queste sono annoverate tra le disfunzioni sessuali maschili più frequenti, disfunzioni che concorrono a danneggiare l’intimità ed il piacere ed a corrodere anche il più saldo dei legami.
Esiste, in realtà un’altra disfunzione sessuale maschile, meno frequente ma altrettanto sgradevole, caratterizzata da una marcata difficoltà, a volte impossibilità, a raggiungere l’orgasmo durante il coito, detta “anorgasmia”.

Anorgasmia: dolente e silente disfunzione sessuale maschile

Cosa ritarda il raggiungimento del piacere e dell’orgasmo, pur mantenendo una valida erezione,  creando un ‘intimità faticosa, noiosa, quasi ginnica e senza picchi di piacere?

Spesso trattandosi, di una disfunzione sessuale, alleata nell’immaginario collettivo al concetto di durata e virilità, si tende a non riconoscerla e fraintenderla dal punto di vista diagnostico e, se il fastidio non si trasforma in disagio del singolo e della coppia, non viene valutata come una causa del male. Le cause psichiche che stanno alla base dell’anorgasmia maschile, sono legate ad un’iper controllo cosciente sulla passionalità, istintività, primitività del piacere e delle fantasie ad esso correlate.

Volendo usare le parole di Freud si potrebbe dire: Un Super Io troppo rigido, spesso funge da guardiano al fluire dell’eccitazione, a favore di un’auto osservazione cosciente di tutto quello che succede nel corpo e nella mente di questi uomini. Un’altra causa correlata alla disfunzione è indubbiamente una conflittualità all’interno del legame, che rende il coito estremamente difficoltoso. Un immaginario erotico ipoevoluto, spesso è associato ad un quadro di iper controllo, questi pazienti non conoscono né coltivano il loro immaginario e, tantomeno lo adoperano durante l’intimità.

Le fantasie, sono una preziosa risorsa immaginativa, del singolo e della coppia, un gioco ludico di arricchimento reciproco, producono inoltre la capacità di “andare ovunque”.

Clicca e scopri come risolvere per sempre il tuo problema di Eiaculazione Precoce.

Se vuoi conoscere tutti i segreti del piacere femminile, clicca qui e non farti scappare questa fantastica offerta…

Tratto dal Blog Tuttoeiaculazioneprecoce.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl