Risposte a domande comuni su Scientology

Il mese della campagna "Chiesa aperta", presso la Chiesa di Scientology dei Tre Laghi, per rispondere alla domanda "Che cos'è Scientology?

11/mag/2011 21.47.01 Gabriele Casella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Che cosa è Scientology?

Brescia, Maggio. Il mese della campagna “Chiesa aperta”, presso la Chiesa di Scientology dei Tre Laghi, per rispondere alla domanda “Che cos’è Scientology?
Una persona sarà sempre a disposizione, pronta ad accogliervi rispondendo a qualsiasi vostra domanda. Campagna lanciata dopo la risposta ad u sondaggio sule Molteplici e fantasiose sono le “risposte” date a Scientology.
Se una delle domande fosse: “Scientology è una setta?”, la risposta è:
Presupponendo che l’uso moderno della parola setta implichi segretezza elitaria e fanatismo irrazionale, bisogna allora considerare questo aspetto: Scientology è la religione che cresce più velocemente nel mondo d’oggi. I materiai che comprendono le scritture di Scientology sono completamente codificati, ampliamente pubblicati e disponibili a tutti, le Chiese e le missioni sono aperte al pubblico sette giorni alla settimana. Chiunque può entrarvi per compiere una visita e vedere con i propri occhi cosa sia questa Chiesa.
Scientology è unica, in quanto non contiene dogmi e ai suoi fedeli non dice né impone di “credere” in alcunché. In Scientology ciò che è vero per l’individuo è solamente ciò che esso steso osserva essere vero e sa che è vero per lui.
Gli Scientologist provengono da tutti i ceti sociali: insegnanti, uomini d’affari, medici, casalinghe, artisti, ingegneri, infermiere, muratori, celebrità, personale amministrativo e di marketing, segretarie atleti funzionari pubblici, e via dicendo.
Le Chiese e le sue azioni sono ben lontane dall’essere segrete: non c’è nulla di mistico riguardo Scientology, i suoi membri o le sue pratiche. I responsabili della chiesa sono in stretto contatto con i loro fedeli in un certo numero di manifestazioni informative ogni anno, le quali partecipano decine di migliaia di persone.
Gli Scientologist migliorano attivamente la loro comunità. Essi sono impegnati nella società, attivi, visibili, efficienti.
Il fatto è che non c’è una religione, oggi, che non sia stata chiamata setta in qualche momento della sua storia da individui e gruppi che nutrono interessi ostili. I Nazisti pensavano che gli Ebrei e i gruppi religiosi fossero delle sette. Nel sedicesimo secolo i Cattolici consideravano in questi termini le Chiese riformate. Prima di allora i governatori Romani consideravano la comunità Cristiana come una setta. La storia ci ha insegnato a guardarci da coloro che vorrebbero etichettare qualsiasi gruppo religioso come appellativo di setta. Tradizionalmente questo è il primo passo che precede la persecuzione ed è sempre l’affermazione di un individuo ottenebrato e non informato, mosso solitamente da motivazioni distorte, come viene ben evidenziato nella storia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl