Frutta bio. Zero pesticidi e tanto gusto

22/mag/2011 11.22.02 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Un tempo nelle piccole botteghe di paese non si trovavano le fragole in inverno o le arance in estate perché tutta la produzione agricola seguiva il ciclo delle stagioni. Frutta e verdura era, per usare un termine moderno, a kilometro zero e proveniva dalle coltivazioni del territorio. C’era molta saggezza in queste pratiche antiche, oggi recuperate e rese moderne dall’agricoltura bio.

Nel banchi di questi negozi specializzati troviamo solo ed esclusivamente frutta bio di stagione, priva di sostanze chimiche di sintesi e conservanti. Le caratteristiche nutrizionali della frutta bio non sono paragonabili a quella della frutta coltivata con un’agricoltura tradizionale. Meno acqua e più vitamine per riassumere brevemente la differenza. E poi non dimentichiamoci che la frutta di stagione bio può essere consumata con la buccia che contiene anch’essa preziosi sali minerali e vitamine.

Pensiamo alla comodità di gustare fragole, ciliegie, pesche e tutto il bendidio della frutta estiva, magari sotto l’ombrellone e senza preoccuparsi di quali pesticidi sono stati vaporizzati sopra la buccia. Il movimento bio abbraccia tutti gli aspetti del quotidiano, dall’alimentazione alla pulizia della casa. Vendita detersivi sfusi: una soluzione davvero pratica e conveniente. E’ facile immaginare il perché. Zero costi per il consumo superfluo di plastica e per il trasporto degli imballaggi. Al consumatore finale non rimane che andare nel negozio con il suo flacone e … spillare il detersivo desiderato. Più comodo di così?

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl