Tecniche pittoriche usate nelle scuole

I colori a tempera sono molto simili all'acquarello anche se sono di origine chimica ma comunque non nocivi.

26/mag/2011 14.38.02 MG Web Solutions Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le tecniche pittoriche sono utilizzate nelle scuola dell'infanzia, elementari e medie nell'ambito dell'educazione artistica per avvicinare i ragazzi all'arte e per aiutarli ad esprimere le loro emozioni. Una delle tecniche maggiormente praticate è certamente l'acquarello. I colori sono costituiti da pigmenti di origine naturale o minerale che vengono finemente sminuzzati e compressi per occupare meno spazio ed essere trasportabili facilmente in scatolette di legno o plastica. Per essere spalmati sul foglio, tipicamente di carta ad alta percentuale di cotone, vengono diluiti bagnando il pennello in acqua o in altro liquido, così da poter essere stesi in maniera più o meno corposa e realizzare effetti diversi. L'atossicità di questi prodotti li rende adatti anche ai più piccoli. I colori a tempera sono molto simili all'acquarello anche se sono di origine chimica ma comunque non nocivi. Sono già abbastanza diluiti e quindi stendibili senza ulteriori modifiche sul foglio. Rispetto agli acquerelli si prestano ad essere utilizzati con tecniche diverse, come la spugnatura, gli schizzi di vernice, ecc, sicuramente molto più divertenti e coinvolgenti per i più piccoli. Ufficiodiscount vende nel suo sito molti di questi utili prodotti, assieme a dei simpatici portadisegni, adatti per trasportare i dipinti. I fogli infatti se trasportati a mano si rovinano facilmente perchè soggetti a flessioni e urti che potrebbero far crepare il colore. Inoltre se dovessero malauguratamente prendere la pioggia il disegno sarebbe sicuramente rovinato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl