Arrestato a Rivolta d’Adda pericoloso latitante romeno

03/giu/2011 22.32.26 Lodinotizie.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

LODINOTIZIE • Nelle prime ore di questa mattina a Rivolta d’adda, una pattuglia dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Crema ha intercettato un convoglio di veicoli diretto verso Milano, composto da una Bmw 530d, un furgone autocarro Iveco 35, che si dileguava, mentre veniva bloccata l’autovettura in coda, un’Audi a6 con targa romena intestata al conducente 30enne. A bordo un connazionale di trentuno anni ed il fratello dell’autista M.P., di trentadue anni, tutti senza fissa dimora, accertando che a carico di quest’ultimo nel sistema d’informazione Schengen solo il giorno prima, l’ufficio Sirene in Belgio, aveva inserito una nota poiché colpito da mandato di arresto europeo emesso nell’aprile 2011 dall’Autorità giudiziaria del Belgio, dovendo scontare, secondo la traduzione, la pena dieci anni di reclusione per furto preceduto da irruzione, tentativo di furto e partecipazione a banda armata, fatti commessi in Herentals (Belgio) nel dicembre 2006. I tre sono trovati in possesso di dieci ticket restaurant, sequestrati, intestati alla “Fiom-Cgil” provento del furto commesso nel fine settimana, tra il 27 ed il 28 maggio a Sesto san giovanni alla sede storica di via Breda, dove era stata sventrata la cassaforte. Tutti sono stati pertanto deferiti alla Procura della Repubblica del Tribunale di Crema per il furto. Durante lo stesso fine settimana anche la sede sindacale di Crema è stata derubata dei buoni pasto ma dal numero di serie di quelli recuperati risale a Sesto San Giovanni. L’arrestato è stato associato alla casa circondariale di Cremona, a disposizione della Corte di Appello Brescia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl