Paolo Staccioli espone le sue gioiose ceramiche

31/ott/2005 10.06.54 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla
Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino, dal Museo degli
Argenti e delle Porcellane e curata dalla Dott.ssa Ornella Casazza, il 20
ottobre scorso si è aperta la mostra " Le gioiose ceramiche di Paolo
Staccioli". Le sessanta opere, esposte all'interno della Palazzina del
Cavaliere posta sulla sommità dei Giardini di Boboli, accostano la
bellissima collezione di porcellane appartenute ai Granduchi Pietro Leopoldo
e Ferdinando III. Opere leggere in quanto non ingabbiate nell'estetismo,
piene di grazia per la capacità di trasmettere soavi sensazioni, ironiche in
quanto riprendono temi classici pur non adoperando manierismi, i soggetti di
Staccioli rappresentano il passato innovato secondo il linguaggio del nostro
tempo. Infatti l'Eros è raffigurato come un fanciullo ludico, immerso in un
universo privo di gerarchie e in cielo astratto, nel quale le figure
celestiali, i guerrieri e le torri hanno forme essenziali comunicanti la
loro natura umana, la loro esistenza e spesso emananti riflessione, svago e
silenzio prima di intraprendere le lotte della vita.
La mostra sarà visibile sino al 25 giugno 2006.

Carmelo De Luca


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl