Teatro Casalmaggiore "Natura morta in un fosso" di Fausto Paravidino regia Serena Sinigaglia A.T.I.R.

30/gen/2003 15.29.44 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Comunale di Casalmaggiore
Stagione di Musica, Prosa, Danza 2002 2003
 
_____________________________________________________________
 
 
domenica 2 febbraio 2003, ore 21
 
 
 
A.T.I.R.
in collaborazione con Scuola d’Arte Drammatica "Paolo Grassi"
Natura morta in un fosso
di Fausto Paravidino
regia Serena Sinigaglia
con Fausto Russo Alesi
luci e sccene Nicolas Bovey
assistente alla regia Eleonora Moro
ufficio stampa e organizzazione Michela Cavaterra, Nadia Fulco
in collaborazione con Scuola d’Arte Drammatica "Paolo Grassi
Dipartimento di Teatro delle Scuole Civiche di Milano - Fondazione di Partecipazione
Regione Lombardia - Progetto "Altri Percorsi"
 
 

Un qualsiasi paesotto di una qualsiasi provincia del nord Italia.

Un fosso sul ciglio di una statale.

Una ragazza morta ammazzata, abbandonata in quel posto da qualcuno che le ha tolto i vestiti e con essi i documenti.

Sono le quattro del mattino.

Cominciano le indagini.

Chi è questa bella ragazza? E perché è stata uccisa? E come? E soprattutto da chi?

Natura morta in un fosso è un frammento della delirante violenza che riempie ogni giorno della nostra vita. I giornali ci sguazzano. I politici ci vincono le elezioni ("Votate per me e io vi ripulisco la città da qualsivoglia pericolo"). Gli spettatori (ovvero noi, cioè tutti coloro che non praticano né la politica né il giornalismo e non fanno i poliziotti) si stupiscono poi non si capacitano certe volte si indignano più spesso si spaventano dopo di che dimenticano. E così via. Ogni giorno, almeno tre volte al giorno (il Tg del mattino alla radio, poi quello del pranzo alla TV e infine quello di cena tra un maccherone al ragù e un’insalata super maxi biologica).

Natura morta in un fosso è un noir a teatro, ovvero il luogo più inospitale per questo genere di fiction. La TV ne è piena e così il cinema. In teatro è più raro. Probabilmente perché è ben difficile riuscire a creare della suspance, di quella tosta, intendo, di quella che ti fa davvero prendere paura, in teatro. Altrettanto difficile è realizzare scene spettacolari di inseguimenti vari o di fantasiosi ammazzamenti del tipo Hannibal de Cannibal. Insomma nolente o volente il teatro è roba vecchia, antica, lenta, roba per palati fini, per gente raffinata. Il fatto è che noi non siamo gente raffinata e tanto meno abbiamo palati fini. A noi ci piace King (ma anche nonna Agata), abbiamo tutte le cassette del grande Hicthicok, e certi film non ce li perdiamo di certo…Seven, I soliti sospetti, Il silenzio degli innocenti…ma anche quelli nostrani - ci mancherebbe!- …Profondo Rosso, Suspiria, Il gatto a nove code…Tutti, tutti, non ce ne perdiamo uno. Di recente siamo persino diventati fanatici di un certo Harry Potter. Abbiamo già pronto lo zainetto per la Scuola di Magia che prima o poi apriranno. Ma ci piace anche il teatro. E ci piace un sacco. Il perché ci piaccia così tanto è un vero mistero (ma la vita è piena di misteri - a proposito di gialli!). Dunque perché non fare una cosa che ci piace (ovvero un noir) in un luogo che ci piace (ovvero in teatro).

Natura morta in un fosso è un monologo. È dunque l’occasione per un attore di confrontarsi con quello che ha imparato (fare il punto, insomma). È costruire la sua " autoralità" scenica. È farsi le ossa. Solo davanti a chi lo guarda, solo davanti a se stesso. E’ la vacanza del regista dato che il lavoro più grosso spetta all’attore. È poi una forma semplice e "popolare" (nel senso gramsciano) di intrattenimento: il menestrello, il narrastorie, uno che si siede e ti affabula. Non costa niente e lo puoi fare ovunque! Non male, eh?

Natura morta in un fosso è un testo contemporaneo perché l’ha scritto un giovane autore. È un testo su commissione, nel senso che io e Fausto abbiamo chiesto a Paravidino se aveva voglia di scrivercelo e lui ha detto sì.

Natura morta in un fosso è un dipinto di Bacon, uno qualsiasi. È il famoso quadro usato come copertina di quasi tutti gli Amleti: Ofelia morta che galleggia nell’acqua. È la Canzone di Marinella (dedicata ad una ragazza morta ammazzata, una prostituta di cui non si riuscì mai a scoprire né il nome né l’assassino). È la vergogna dei parenti, lo sgomento delle vittime, la paura dei testimoni. È che si ammazzano tra di loro, che muoiono solo i "soggetti a rischio". È che la violenza non è prevedibile, che il mondo è diviso in vittime e carnefici, che nessuno sa da che parte sta fino a che non incontra l’altra mela…Quello che l’ucciderà o che si farà ammazzare…

È uno squarcio di ordinaria follia. Di conseguenza tenete gli occhi sempre ben aperti e guardatevi alle spalle. Non si sa mai… Serena Sinigaglia

   

A.T.I.R. Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca Associazione senza fini di lucro costituita nel 1996, fondata da un gruppo di giovani ex allievi della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano e da ex allievi dell’Accademia di Belle Arti di Brera. Il nucleo stabile e continuativo dell’associazione è composto da undici persone.

La compagnia si amministra in modo assembleare e in autogestione, tutte le decisioni organizzative e amministrative sono prese in sede assembleare. La direzione artistica è a cura di Serena Sinigaglia.

Nel 1997 l’associazione è stata scelta dal Ministero dei Beni Culturali-Dipartimento dello Spettacolo, con solo altre quattro compagnie, nell’ambito del programma di finanziamento per lo spettacolo: "Progetto Giovani". Da due anni invece è oggetto di finanziamento per attività teatrale di tipo professionale. Negli ultimi due anni, ha ricevuto inoltre finanziamenti dalla Regione Lombardia-Settore Cultura e, su singoli progetti, dalla Commissione Europea.

 

Fausto Russo Alesi ottiene il diploma di attore alla Civica Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano nel 1996. È fra i soci fondatori dell'A.T.I.R. (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca), riconosciuta e finanziata dal Ministero dello Spettacolo. Nel 2000 partecipa alla IX Edizione dell’Ecole des Maitres, il Corso Internazionale ltinerante di Perfezionamento Teatrale diretto da Franco Quadri, lavorando con il maestro Eimuntas Nekrosius per il quale è principale interprete del Gabbiano di Cechov. E' più volte diretto da Serena Sinigaglia e, fra gli altri, da Gabriele Vacis, Giampiero Solari, Armando Punzo, Gigi Dall'Aglio, Ferdinando Bruni, Giorgio Pressburger. È interprete e regista dello spettacolo Alexander. Ha ricoperto piccoli ruoli in cortometraggi e film. Nell’aprile 2002 riceve il Premio della Critica Teatrale 2001 dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, che riconosce in lui "uno dei più duttili e versatili giovani attori della scena italiana".

 

COME RAGGIUNGERE CASALMAGGIORE

In treno:
lungo la linea Parma - Brescia collegamenti diretti con Casalmaggiore con treni regionali; da Brescia, Milano, Cremona, Mantova, Pavia, Bergamo collegamenti con Casalmaggiore con treni regionali e cambio a Cremona o a Piacdena.
In automobile:
da Parma: in seguito alla recente riapertura del Ponte sul Po  seguendo la Strada Provinciale 343 "Asolana" in direzione Colorno;
da Milano-Crema-Cremona via autostrada A1 con uscita a Parma, proseguendo poi lungo la SS 62 direzione Mantova, via Sorbolo - Viadana; oppure seguendo la SS "Paullese" 415
da Bergamo e Brescia via autostrada A4 e A21 con uscita a Cremona, proseguire poi lungo la SS 343 Giuseppina per Casalmaggiore;
da Reggio Emilia seguendo la SS 358 via Castelnuovo-Poviglio-Boretto;da Mantova: seguendo la SS 420 Sabbionetana in direzione Parma.
 
SERVIZIO LUDOTECA
Nelle serate di spettacolo i genitori potranno lasciare i loro bambini (dai 3 agli 8 anni) in custodia presso la Ludoteca "A. E. Mortara", via Azzo Porzio 9, a Casalmaggiore. Durante il servizio sono garantite la sorveglianza ed attività di animazione da parte di personale qualificato. Il servizio sarà attivo dalle ore 20,30 fino a mezz’ora dopo la fine della rappresentazione, è gratuito e riservato ai soli possessori di abbonamento o biglietto d’ingresso.
 
BIGLIETTERIA
I biglietti si acquistano presso la biglietteria del Teatro tutti i giorni di spettacolo dalle ore 19 alle ore 21 (tel. 0375 200434). È anche possibile acquistare i biglietti dei singoli spettacoli presso l’Ufficio Economato del Comune (P. zza Garibaldi, tel. 0375 284434) a partire da circa 10 gg. prima d’ogni Spettacolo. I biglietti possono essere pagati in contanti o con assegno circolare non trasferibile.
Platea e Palchi euro 16,00 Loggione euro 9,00 Ridotti euro 13,00
 
PRENOTAZIONI TELEFONICHE
All’Ufficio Economato del Comune di Casalmaggiore è possibile effettuare la prenotazione telefonica dei biglietti contattando lo 0375 284434, inviando successivamente l’importo del biglietto maggiorato del 10%, come diritto di prenotazione, tramite vaglia telegrafico. Il vaglia deve indicare il numero e l’ordine dei posti e la data dello spettacolo.
 
 
 
 

______________________________________________________________

Teatro Comunale di Casalmaggiore
Stagione di Musica, Prosa, Danza 2002 2003
 
Via Cairoli 53, Casalmaggiore CR tel. 0375 284434 fax 0375 200251
biglietteria (nei giorni di spettacolo dalle ore 19 alle ore 21) tel. 0375 200434
teatro@comune.casalmaggiore.cr.it
 www.teatrocasalmaggiore.it
 
Direttore artistico Giuseppe Romanetti
Comunicazione e stampa Paolo Maier tel. 347 5276460 paolomaier@libero.it
 
 
 
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo che vorrete immediatamente rimosso dalla mailing list. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl