Al via la 2ª edizione del Festival della Complessità. 24-25-26 giugno, Tarquinia.

21/giu/2011 14.40.41 Dabel Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dal 24 al 26 giugno si svolgerà a Tarquinia la 2ª edizione del Festival della Complessità (www.festivaldellacomplessitatarquinia.com). L’inaugurazione dell’iniziativa avverrà il 24 giugno, alle ore 18, nella sala consiliare del palazzo comunale alla presenza del sindaco Mauro Mazzola, degli assessori alla Cultura e al Turismo Angelo Centini e Sandro Celli e del direttore della manifestazione Fulvio Forino. In calendario 34 conversazioni con eminenti personalità del panorama culturale italiano, tra cui il premio Nobel per la pace Riccardo Valentini e il prorettore vicario dell’Università Sapienza Francesco Avallone, tre serate di cinema con “I Film del Festival” (a cura del critico Pino Moroni), concerti con “Jazz sotto le Stelle” (organizzato dall’associazione Zinghereria) e itinerari alla scoperta del patrimonio artistico della città. Luoghi del Festival le piazze Santo Stefano e Soderini, la chiese Santo Spirito e del Salvatore, la sede del Municipio e piazza Cavour, dove la libreria Vita Nova presenterà numerosi testi dedicati alla complessità. Principale novità la “Festival Card”. La tessera, che sarà acquistabile in piazza Cavour, consentirà ai possessori di avere sconti con alberghi, ristoranti, bed and breakfast e negozi convenzionati e riduzioni per i biglietti delle visite guidate dell’associazione Artetruria. «Tarquinia ha voluto raccogliere la sfida di proporre in estate un evento diverso e affascinante.  – afferma il primo cittadino – Il Festival della Complessità coniuga il sapere scientifico alla divulgazione, fuori dagli schemi classici del mondo accademico. Sono quindi certo che saprà uguagliare e superare il successo dello scorso anno». «La manifestazione non è un convegno tra esperti e non è una passerella di scienziati. E’ invece un momento di incontro tra persone che vogliono conversare in un’atmosfera pacata, rilassante senza alcuna barriera tra chi parla e chi ascolta. – sottolinea il direttore del Festival Forino – Le conversazioni (ingresso gratuito) si terranno in spazi volutamente raccolti come piccole piazze, chiese o sale che possono ospitare al massimo 150 persone. La suggestione dei luoghi e dei temi faranno di ogni conversazione un’esperienza unica, irripetibile, basata sull’esserci, sull’immediatezza della parola». Il Festival della Complessità, promosso dall’associazione Dedalo 97, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale (assessorati alla Cultura e al Turismo) e la direzione scientifica dell’AIEMS, ha avuto il prestigioso riconoscimento del Presidente della Repubblica, è sostenuto dalla Fondazione Carivit, dall’Union Printing di Viterbo, dall’Unicoop Tirreno, dalla Camera di Commercio di Viterbo e ha ottenuto il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo, dell’Università Sapienza, della Fondazione Etruria Mater e dell’Università Agraria.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl