FECONDAZIONE ASSISTITA A 50 ANNI, TROPPI RISCHI PER LE DONNE

22/giu/2011 09.22.39 Francy Antonioli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Spostare sempre più avanti l’età della gravidanza è rischioso per la madre e per il feto. Le risorse pubbliche vanno investite per proteggere la fertilità, non per creare illusioni nelle cinquantenni”. Il commento del Presidente della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), prof. Nicola Surico , sulla delibera della regione Veneto che prevede un ampliamento dell’età per l’accesso alla procreazione medicalmente assistita (PMA) è molto critico. “Siamo nettamente contrari. Il nostro compito è fornire le giuste informazioni e la migliore assistenza. La letteratura scientifica ci dice chiaramente che a 50 anni le possibilità di successo di queste tecniche sono ridotti al minimo mentre aumentano in maniera esponenziale le complicanze. C’è inoltre un costo, personale e collettivo, non trascurabile. Il Servizio pubblico potrebbe destinare queste risorse a campagne per proteggere la fertilità, sempre più minacciata da stili di vita scorretti”. Su questo fronte la SIGO collabora da tempo con il Ministero della Salute sul progetto “Scuola di fertilità” e per la campagna “ La fertilità è un bene comune. Prenditene cura”. Dal 2005 al 2008 in Italia i cicli di fecondazione assistita su pazienti fra i 40 e i 45 anni sono aumentati del 6,1%, e l’età media di chi ricorre a queste tecniche è più elevata rispetto agli altri paesi europei. Il Presidente SIGO riassume in 5 punti i consigli per le donne che intendono diventare madri: “Non attendere tropo a lungo, mantenere il giusto peso forma, né troppo grasse, né troppo magre. Non fumare: anche in caso di ricorso alle tecniche di PMA, a parità di altri fattori, le fumatrici impiegano in media un anno in più a rimanere incinta. Il consumo di alcol va moderato e non bisogna trascurare le infezioni: spesso non danno sintomi all’inizio ma nel lungo periodo possono compromettere la fertilità.”

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl