Firenze ritorna capitale dell'arte

Firenze ritorna capitale dell'arteIl 2006 sarà per Firenze un anno ricco di fervore artistico-culturale.

13/nov/2005 17.59.04 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il 2006 sarà per Firenze un anno ricco di fervore artistico-culturale. La
Città si appresta a mostrare al pubblico i suoi tesori, arricchiti di
prestiti provenienti da collezioni pubbliche e private, che hanno reso
celebre il genio toscano e la dinastia che ha retto le sorti del Granducato
per 3 secoli.
La famiglia Medici, attenta e sensibile conoscitrice delle arti, protettrice
e mecenate di artisti e letterati, ha fatto del capoluogo toscano uno
scrigno di opere d'arte che lo rendono unico al mondo. A tale fine ha senza
dubbio contribuito il capolavoro del "Patto di Famiglia" portato a termine
dall'ultima discendente di questa augusta dinastia, Anna Maria Luisa dè
Medici, che permette attualmente al turista e agli studiosi di ammirare
Firenze: un museo a cielo aperto che rapisce l'animo ed emana sensazioni
forti, indimenticabili, quasi estatiche. Cosa non dire delle innumerevoli e
sublimi collezione racchiuse al Bargello, a S.Marco, agli Uffizi, alla
Galleria dell'Accademia, a Palazzo Pitti, solo per citarne alcuni: come
rimanere indifferenti di fronte alla possenza e fierezza del David di
Michelangelo, alla leggiadria dei personaggi e dei vestiti dei quadri del
Botticelli, alla dolcezza degli affreschi del Beato Angelico, o alla
opulenza raggiunta dalla corte medicea nell'oggettistica e, sopratutto,
nella famosissima quadreria! L'anno venturo permetterà al visitatore di
ammirare questi capolavori, insieme a molti altri, di solito non visibili
per la delicatezza dei medesimi agli agenti atmosferici o perchè oramai
appartenenti ad istituzioni d'oltralpe. Una nuova voglia di rinascimento
serpeggia tra gli uffici dei musei fiorentini, in cui risulta forte la
volontà di valorizzare, studiare e stendere un filo che leghi il glorioso
passato artistico della Città con il presente mediante la lettura, la
comprensione, l'assorbimento del messaggio della memoria della storia.
L'attualità dei propositi degli organizzatori degli eventi consiste proprio
in questo, infatti le manifestazioni non vogliono essere una semplice
glorificazione del passato di Firenze, bensì una visione antologica per
sensibilizzare in chiave moderna verso il mondo dell'arte, del bello e
percepire i messaggi sociali, antropologici ed etici che le opere infondono.
La Sovrintendenza giudata dalla esperienza pliriennale del Prof. Paolucci,
le varie Direzioni dei Musei Statali Fiorentini, Firenze Musei diretta dalla
instancabile ed operosa Dott. Camilla Speranza, L'Ente Cassa di Risparmio da
sempre attenta al mondo artistico, il Ministero per i Beni e le Attività
Culturali stanno lavorando da tempo affinché gli eventi organizzati
diventino un approccio di avvicinamento al mondo dell'arte per i profani ed
una esperienza che segni e sensibilizzi per quanti amino questa meravigliosa
Città ed i suoi splendidi gioielli.
Gli eventi in programma saranno promossi tra ottobre 2005 e l'autunno 2006.
Dopo il lusinghiero esordio di "Mythologica et erotica", inaugurata lo
scorso 2 ottobre presso il Museo degli Argenti, mostra dedicata alla
valorizzazione dei cammei e degli intagli della collezione medicea
rappresentanti miti antichi privilegianti l'eros, l'anno nuovo vedrà
l'allestimento di altri 6 importanti mostre:
"Giambologna, gli dei, gli eroi": da marzo 2006 il Museo del Bargello
dedicherà allo scultore la più importante rassegna monografica degli ultimi
30 anni.
"La mente di Leonardo. Il genio universale all'opera": sempre da marzo 2006
la Galleria degli Uffizi darà l'occasione di percepire i collegamenti tra
ricerche e studi dei vari settori esplorati da Leonardo.
"Lorenzo Monaco: splendori tardogotici tra Giotto e Masaccio": la Galleria
dell'Accademia nel mese di maggio 2006 esporrà una rassegna completa di
opere dell'artista, raffinate nel disegno e nell'eleganza dei personaggi
rappresentati.
"Arte e manufatti di corte a Firenze": per maggio 2006 la Palazzina della
Meridiana ospiterà oggettistica, in particolare lavori in pietre dure dal
periodo tardo mediceo a quello lorenese, evidenziando l'alto livello
artistico raggiunto da Firenze nel periodo granducale.
"Furini. La notte del barocco": nel mese di novembre 2006 il Museo degli
Argenti dedicherà al più grande pittore barocco fiorentino una mostra, nella
quale saranno presenti opere di altri artisti del suo tempo.
"Anna Maria Luisa dè Medici, Elettrice Palatina": la kermesse di un anno
d'arte terminerà con gli splendori della corte dell'ultima Medici. Per
l'occasione la Galleria Palatina esporrà pezzi di pregievole fattura
appartenuti ai suoi familiari ed al marito Johann Wilhelm, grandi mecenati
del loro tempo, beni legati per sempre a Firenze grazie alla tenacia con cui
la principessa si prodigò per la loro permanenza nella sua Città.
Riscoprite Firenze, i suoi tesori, la sua arte, le lezioni di vita che
potrete trarre dalla visione di queste meraviglie e porterete a casa una
piacevole sensazione di appagamento dovuta alle creazioni del genio umano.
Buon lavoro agli addetti e a tutte le maestranze che si stanno prodigando
con deteminazione e con passione per la realizzazione degli eventi in
programma.

Carmelo De Luca


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl