Nastri in tessuto: gros grain, raso, organza; facciamo chiarezza

Nastri in tessuto: gros grain, raso, organza; facciamo chiarezza.

Organizzazioni Sirene srl
Argomenti tessuti

06/lug/2011 12.25.43 Mosaicoweb Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I nastri in tessuto vengono realizzati in un’infinita gamma di colori, materiali e altezze a seconda del risultato finale che si vuole ottenere. Scegliere un nastro in organza non è la stessa cosa che scegliere ad esempio un nastro in raso o gros grain; vediamo le differenze.

  • Gros grain: tessuto a tinta unita caratterizzato da trama grossa, i nastri in gros grain vengono utilizzati in modo particolare da negozi e dalla grande distribuzione per confezionare scatole regalo di vario genere come porta panettone, portabottiglie o cesti natalizi.
  • Nastri in raso: il significato della parola “raso” deriva da radere, ovvero rendere liscio. Questà è la peculiarità principale dei nastri in raso: sono lucidi, lisci e fini. I nastri in raso sono perfetti sia per decorare scatole sia per confezionare bomboniere per matrimonio.
  • Nastri in organza: realizzati tessendo materiali quali seta, cotone, nylon o fibre sintetiche, l’organza risulta essere un tessuto trasparente e sottile, che dà l’idea di morbidezza ed eleganza. I nastri in organza vengono utilizzati prevalentemente per il confezionamento di bomboniere.

Con alcuni tipi di tessuto, inoltre, è possibile realizzare nastri personalizzati che vengono decorati con nomi, loghi e scritte per rendere unica la confezione di regali, scatole e bomboniere. Sirene srl, azienda attiva da circa 30 anni nella produzione e vendita di nastri in tessuto, dispone di un’ampia gamma di articoli per la decorazione a prezzi altamente competitivi. Se volete saperne di più, visitate il sito www.sirenesrl.com.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl