“Dico NO alla Droga” a Cremona. La “Bara della droga” tra i commenti della folla colpisce nel segno

Attivissimi a Cremona negli anni dal 1997 al 2001, i volontari della campagna "Dico No alla Droga" di Scientology raccoglievano al tempo almeno un migliaio di siringhe abbandonate a terra in Piazza Roma ogni mese, con uscite settimanali.

Persone Ron Hubbard, Franco Azzali, Giuseppe Galuppini
Luoghi Cremona
Organizzazioni Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, ONU, Scientology
Argomenti medicina, sicurezza sociale, sanità, religione

20/lug/2011 22.37.24 Gabriele Casella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Cremona: i volontari della campagna “Dico NO alla Droga, Dico Si alla Vita” della Chiesa di Scientology hanno fatto una breve sfilata questa mattina per le vie del Centro Storico, per celebrare anche la Giornata Internazionale contro l’abuso di droga” indetta dall’ONU (logo centrale giallo): Piazza Roma, Galleria XXV Aprile e le vie limitrofe.

E’ stato simbolicamente celebrato il Funerale della Droga: i volontari infatti portavano il feretro bianco, capeggiato da una gigante siringa riempita di polistirolo rosso e che recava, all’estremità dell’ago, un palloncino rosso svuotato, a simboleggiare una goccia di sangue. 

Non solo, questa rappresentazione ha anche simboleggiato i tanti, troppi morti a causa dell’uso e abuso di droghe.

 

Attivissimi a Cremona negli anni dal 1997 al 2001, i volontari della campagna “Dico No alla Droga” di Scientology raccoglievano al tempo almeno un migliaio di siringhe abbandonate a terra in Piazza Roma ogni mese, con uscite settimanali. Fino a quando collaborarono con i cambiamenti che hanno trasformato Piazza Roma in ciò che è oggi e eliminato le montagnette, rifugio e luogo di ritrovo per i tossicodipendenti. 

“Certamente quella della “Bara Bianca” è stata un’idea forte”, ha commentato Giuseppe Galuppini, che da anni è protagonista di iniziative di prevenzione alla droga in diverse città, accompagnato da Franco Azzali, responsabile della campagna di prevenzione a Cremona. “Non è sicuramente un modo gentile di dichiarare la pericolosità della droga, e se fosse il caso mi scuserei davvero con tutti quelli che si sono sentiti urtati da questa iniziativa”. “Ma – prosegue Galuppini – dopo anni dedicati a fare prevenzione, avendo aiutato migliaia di persone a capire i veri pericoli della droga, vedo ancora ragazzi che si schiantano a causa dell’uso di droghe, o persone investite e uccise da persone ‘sballate’ dalle droghe, e abbiamo voluto dare un segno più forte. Mi ha aiutato mio fratello costruendo la Bara. E vorrei che venisse compresa per quello che è: un segnale forte per una prevenzione efficace”.

 

I volontari della Chiesa di Scientology, in collaborazione con la “Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga”, da oltre vent’anni si mettono a disposizione delle città in cui vivono per contribuire a fare informazione sui reali pericoli delle droghe, in ogni ambito e per ogni uso, distribuendo anche oggi un migliaio di opuscoli di prevenzione alle droghe “La verità sulle Droghe” e mettendo a disposizione il loro tempo per limitare i pericoli evidenti dati dalle siringhe abbandonate.  “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”, le parole di L. Ron Hubbard che guidano il lavoro dei volontari. Che si preparano ad una ventata di azioni di prevenzione nuove ed efficaci, proponendo le lezioni di prevenzione a gruppi e istituzioni, anche scolastiche.

 

Per maggiori informazioni: Galuppini Giuseppe 3491534657. Il materiale di prevenzione distribuito può essere scaricato gratuitamente da www.drugfreeworld.org 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl