Alle Reali Poste degli Uffizi l'amore sacro e profano

Fiorentino, della Galleria degli Uffizi e dell'Ente Cassa di Risparmio di

21/nov/2005 13.55.07 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il nudo sacro e profano sarà il tema dell’appuntamento dei “Mai Visti”
presso le Reali Poste degli Uffizi, che sarà inaugurato il prossimo 18
dicembre. Regalo natalizio degli Amici degli Uffizi, del Polo Museale
Fiorentino, della Galleria degli Uffizi e dell’Ente Cassa di Risparmio di
Firenze, da sempre sensibile agli aspetti artistico-culturali della Toscana,
il tema della mostra non è assolutamente in antitesi con le prossime
festività, infatti viene interpretato e rappresentato attraverso il candore
del nudo delle sacre scritture oppure quello senza pudicizia degli dei
dell’Olimpo. Per l’attualità senza tempo dell'argomento trattato, gli autori
delle opere appartengono ad epoche diverse e, fra esse, si annoverano
pittori del calibro di Tiziano, Veronese, Tiepolo, Cranach, Empoli, Dandini,
Volterrano e Gabbiani, solo per citarne alcuni e tutte appartenenti ai
depositi del celebre Museo.
La mostra, dal titolo emblematico “Nel giardino di Eden e nelle selve
d’Olimpo”, comprende una prima parte a carattere sacro rappresentante le
storie di Adamo e la vita di Gesù. Il filo conduttore di questa sezione
riguarda il legame tra Vecchio e Nuovo Testamento mediante l’identificazione
del nuovo Adamo nella figura di Cristo. A tal riguardo va menzionato
l’ultimissimo acquisto della Galleria degli Uffici, capolavoro di
eccezionale fattura del pittore Jusepe de Ribera, rappresentante un
contemplativo San Girolamo.
L’altra parte comprende opere per lo più appartenenti alle collezioni
medicee, in cui l’amore allegorico e in generale profano fa bella mostra per
la qualità pittorica e stilistica delle tele.
Le sale delle Reali Poste ospiteranno altresì alcuni autoritratti di autori
che hanno trattato il nudo, costituiti da tre tele di Robert Rauschenberg,
Laszlo Lakner e Mario Fallani. La mostra, gratuita, durerà sino al 29
gennaio 2006 e rappresenta un'occasione da non perdere, perchè conoscerete e
vedrete una porzione segreta dei tesori posseduti da Firenze.

Carmelo De Luca


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl