26/11: Joe T Vannelli festeggia il suo compleanno al Bolgia (Bg) / 10/12: Frankie Knuckles

23/nov/2005 06.22.04 Lorenzo Tiezzi Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
26/11: Joe T Vannelli festeggia il suo compleanno al Bolgia (Bg)

La sua ennesima compilation, Supalova Club vol. 10 è nei negozi da
pochi giorni e sarà, come accade ormai da tempo, la più venduta in
ambito dance. Perchè è Joe la vera icona del djing italiano. Che voglia
festeggiare il suo compleanno al Bolgia vuol dire molto, per i ragazzi
che frequentano il club, e per il ruolo di questa disco nell'ambito,
sempre un po' paludato, del clubbing italiano. Il 26/11, al Bolgia, ci
sarà di che ballare. Chi all'inaugurazione 2005 del Bolgia c'era sa di
cosa stiamo parlando, agli altri non resta che rimediare almeno questa
volta.

Ufficio Stampa Bolgia e foto in alta risoluzione del club:
www.lorenzotiezzi.it Lorenzo Tiezzi lt@lorenzotiezzi.it +39 339 34 33
962
Ufficio Stampa Stampa Joe T Vannelli: Daniele Spadaro
spadaro@jtcompany.it

djs @ work: Vannelli + Bernaskone
Mc: Cody

BIOGRAFIA JOE T VANNELLI
Dj, remixer, produttore. Se nella dance si vuole identificare un
personaggio poliedrico e trasversale per antonomasia, impossibile non
pensare a Joe T Vannelli è un autentico pioniere assoluto della house
music, capace di creare ed imporre uno stile musicale che ha fatto
scuola ovunque, nel quale melodia e ritmo coesistono come un’unica
entità. Vannelli conduce il suo pubblico attraverso esclusivi viaggi
nella dance più innovativa, grazie anche ad una voce che rivela le sue
passate esperienze da doppiatore. Dal 2003 Joe conduce su Radio DeeJay
“Slave To the Rhythm”, sessanta minuti dedicati alle migliori novità
house del pianeta. Sempre in radio, Vannelli conduce la House Chart di
Slave To The Rhythm e propone il meglio di Supalova Club, la one-night
nata nell’autunno del 2000 e impostasi rapidamente come serata di
assoluto riferimento nel panorama house mondiale. Supalova Club si
celebra tutti i giovedì alla discoteca Old Fashion di Milano ed è in
tour itinerante in tutta Italia. Supalova Club è anche una serie di
compilation discografiche: nel dicembre 2004 è uscito il suo ottavo
volume, l’ennesimo successo di critica e di vendita. Sempre nel 2004, a
maggio, è uscito “Who fucked the dj? ”, il suo primo album. Vannelli è
un dj famosissimo sia in Italia che all’estero, capace in questi anni
di esibirsi nelle migliori dancefloors del pianeta, da New York a Los
Angeles, da Londra a Parigi, da Ibiza a Mikonos, senza dimenticare
Amsterdam, Oslo, Amburgo e party del calibro di Ministry of Sound,
Soap, Renaissance, Cream e tanti altri ancora. La sua ultima tournèe lo
ha visto protagonista - nel dicembre 2004 - in Australia, al Seven di
Melbourne e al Tank di Sidney. Un autentico globetrotter della
consolle, capace di vincere i Dj Awards al Pacha di Ibiza per i suoi dj
set in giro per il mondo. Alla attività di dj, Vannelli affianca da
anni quella di remixer e produttore discografico con la sua casa
discografica Jt Company. Tra i suoi remix top, spiccano quelli di
Giorgio Moroder, Bohannon, Thelma Houston,Bobby Brown, Mark Morrison,
Eartha Kitt. Come produttore, nella sua scuderia spiccano i nomi di
Robert Miles, Spiller, Pink Coffee, Csilla, i Rockets. “La musica è
l’unica arte che ti fa muovere” (Joe T.Vannelli) Attualmente Joe T
Vannelli e` in onda su Radio Deejay con Supalova Club, Slave To The
Rhythm con Justine Mattera e con la classifica House chart.
www.joetvannelli.com

I PREZZI DEL BOLGIA
Ragazze: fino alle 24,00, con flyer o in lista: Ingresso gratuito
dopo le 24 e fino alle 1 e 30 (con flyer o in lista): 20 euro (ingresso
libero, consumazione obbligatoria)
Dopo le 1 e 30, 25 euro (ingresso libero, consumazione obbligatoria)

Ragazzi: fino alle 24 (con flyer o in lista): 10 euro (senza
consumazione)
dopo le 24 e fino alle 1 e 30 (con flyer o in lista): 20 euro (ingresso
libero, consumazione obbligatoria)
Dopo le 1 e 30, 25 euro (ingresso libero, consumazione obbligatoria)

Info e liste: 335 465818

Indirizzo: via vaccarezza n 9 Osio Sopra Bergamo. uscita A4: Dalmine
A 20 minuti da Milano e a 5 metri dall'A4.


I prossimi appuntamenti del Bolgia Djs From The World, il club sull'A4:

03/12/05: serata 'Pornostar' con special guest Ilona Staller e in
consolle Roberto Intrallazzi.

Come poteva festeggiare il club più trasgressivo d'Italia, uno dei
pochi che rischia accostamenti da brivido (l'elettronica del prof. Karl
Bartos dei Kraftwerk abbinata alla Demolition Night) se non con
qualcosa che col natale c'entra poco e niente? Cosa c'è di meno
natalizio dell'icona del sesso ma anche dell'arte (fu moglie di Jeff
Koons, uno degli artisti contemporanei più noti e quotati) e della
politica (indimenticabile la sua esperienza come parlamentare. Chi si
scandalizzò allora o si scandalizza oggi provi a leggere il blog di
Beppe Grillo, scoprirà che 23 parlamentari siedono in Italia o in
Europa nonostante una condanna definitiva)? Forse solo la musica
elettronica e sperimentale di Roberto Intrallazzi, da sempre uno dei
top dj europei.


7/12: Paul Trouble Anderson
Una leggenda dell' House d'oltremanica (quella made in Uk). Il gusto di
Paul propende verso Anthem House con strizzatine d'occhio nei confronti
della tradizione Soul di marca UK, satura di nomi e personalità
comunque "grandi" nel panorama musicale internazionale, anche per la
militanza attiva in un' area della cultura Underground, ritornata al
fervore dei primi anni 90 essendo forse complice la politica di
conversione/riconversione all'House Music seguita da moltissimi Clubs
londinesi, tra cui The Loft, il Club di Camden in cui Paul è DJ
Resident da ormai nove anni, è una sorta di tempio.  

10/12: Frankie Knuckles
Frankie è uno degli inventori dell'house music insieme a Tony Humphries
e pochissimi altri. Guarda caso pure Tony Humphries è passato dal
Bolgia recentemente, per cui dire che al Bolgia si fa, almeno un po',
la storia della musica da ballare non è sbagliato. Knuckles nasce nel
South Bronx, a New York City, il 18 gennaio 1955. Cresce musicalmente
ascoltando i dischi di musica jazz comprati dalla sorella maggiore. Da
giovane frequenta la scuola di Costume Design, ma nel 1971, a soli 16
anni, inizia già a fare il dj, in un club di New York, il Better Days,
dove, ogni lunedì e giovedì, mette i dischi insieme a Tee Scott. Fra i
lavori svolti da giovane c'è anche quello di venditore al dettaglio in
un magazzino di abbigliamento. Nel 1972 inizia a fare il dj in un
locale di New York, all'epoca fortissimo e divantato poi leggenda: il
Gallery, situato a Soho, Manhattan. Al Gallery i 3 djs Frankie
Knuckles, Nicky Siano e Lerry Levan, che poi diventerà lo storico dj
del Paradise Garage. I tre inventano una nuova tecnica: mixano i dischi
fra di loro utilizzando lo stesso numero di bpm, praticamente unendo i
dischi senza fermare mai la musica: inventano l'arte del mixaggio in
discoteca. E' la prima volta che succede in un club; fino ad allora
tutti i dj mettevano semplicemente un disco dopo l'altro. Un'altra
innovazione del Gallery è stata quella di avere una consolle con 3
piatti: il terzo veniva usato per utilizzare effetti e suoni, durante
il mixaggio di 2 dischi. Nel 1977 Frankie Knuckles lascia New York, e
si trasferisce a Chicago, dove, nel marzo di quell'anno, diventa il dj
resident di un club destinato a passare alla storia: Il Warehouse.
Questo locale darà presto il nome al tipo di musica più suonata nei
club di Chicago: la musica house. Questo è il motivo per cui Frankie
Kuckles da quel momento, viene chiamato "The Godfather of house music".
Frankie Knuckles resta al Warehouse fino al 1982, quando decide di
aprire un suo locale: il Power Plant. Nel 1987 decide di tornare a New
York. Nel 1982 realizza il suo primo remix per un disco dei First
Choice - 'Let no man put as under'. Parlando del warehouse Frankie
Knuckles dice: "girano voci secondo le quali sembra che, quando ero a
Chicago, io vivessi proprio all'interno del club: credetemi - è tutto
vero!!". La gente andava al Warehouse semplicemente per ballare; il
locale non vendeva alcolici. Nel 1982 lascia il warehouse nel 1991
pubblica il suo primo album 'Beyond the mix', che contiene brani come
'Whistle song', 'Rain falls' e 'Workout'. Il suo secondo album esce nel
1995 e si chiama 'Welcome to the real world'; contiene 'Too many fish',
il pezzo cantato da Adeva. Frankie Knuckles fino ad oggi, ha fatto più
di 200 remix, ma nemmeno lui ricorda esattamente quanti siano. Fra i
tanti, quelli per Michael Jackson, Janet Jackson, Diana Ross, Luther
Vandross, Mary J Blige e Chaka Khan. Molto attivo anche nel sociale,
Frankie dimostra anche di essere una splendida persona per la sua
generosità verso le persone meno abbienti, i senza tetto, i siero
positivi. Tanto che nel 2004 il sindaco di Chicago, proprio per questi
meriti, gli ha dedicato un giorno in suo onore ed anche una strada, la
"Franke Knuckles Way". Il suo dj set è un autentico cocktail di musica
raffinata ma allo stesso tempo piena di carica, insomma 100% house.

14/12 Francesco Farfa
Francesco Farfa nasce nella provincia di Siena 36 anni fa'. Nell'84
inizia i primi approcci con i piatti e nell' 85 inizia a lavorare nella
discoteca "Y" di Certaldo (Fi). Dal 90' gli amici lo ribattezzano
“Farfa”, abbreviazione di “Farfalla”, durante una notte magica nella
quale si resero conto che le sue mani sul mixer volano proprio como una
farfalla. Francesco trovó divertente e famigliare questo soprannome,
visto che le farfalle erano uno dei temi principali dei suoi disegni
d´infanzia e lo adottó come nome artistico.I locali che hanno fomentato
il suo sviluppo professionale sono stati: Barcaccina di Livorno
(86-89), Imperiale di Tirrenia(90), Tartana di Follonica(90-93) ed
Insomnia di Pisa (92-94). Parallelamente inizia il suo percorso
internazionale vivendo e partecipando alla nascita della “Rave Age” a
Parigi (collaborando assiduamente con Cosmos Factory) e allo sviluppo
della scena “Progressive” e “Techno” in Europa. Il suo nome comincia a
brillare nel panorama musicale inglese. Tra il 1994 e ´95 riviste come
“DJMAG”, “Melody Maker” o “Update” cominciarono fa parlare di Francesco
come “il fenomeno Farfa”. “Muzik” lo scelse addirittura come copertina
per lanciare il suo primo numero. Forma inoltre “FARMAKIT” con Joy
Kitikonti. Coproducono il remix di “Temoine” del gruppo francese EKOVA,
su Sony France, che entra a far parte della colonna sonora del film “Il
Centro Del Mondo” by Wayne Wang. “The Safety Word Dance”, altro brano
di Farmakit, é incluso nel compilation “Trip Do Brasil vol.1”
(Rithmixx/Sony France). Tra il 1996 ed il 98 esce con 4 progetti sulla
sua label Audioesperanto riscuotendo ottimi feedback. “Psichedethnic
One” remixato da Voyager (Plastic Fantastic) diventa un super
“Tenaglia” tune ed e’ incluso in un Global Underground mixato da
Degweed, il quale supporta tantissimo anche “Touch” by Miss Message.
Ha cooprodotto brani con Tony Verdi, Dino Lenny, Alex Picciafuochi e
Pleasure Team. Con Pleasure Team inizia la sua avventura discográfica
per l'etichetta barcellonese SERIAL KILLER VINYL. “THE SEARCH” la prima
traccia su SKV, é stata un indiscusso “floorfiller”, presente nei
charts e nelle valigie dei migliori djs di tutto il mondo, hype charts,
radio charts, etc. Licenziata in UK a Plastic fantastic, é stato
remixato egregiamente da Weekend World/Voyager. Sempre su Serial
Killer, le sue uscite piu’ recentí sono: "AUTODISCO ", "TARTANA" e "
UNIVERSAL LOVE”. Quest'ultimo, licenziato in Italia a Ocean Traxx di
Bini e Martíni, ha raggiunto la posizione n.20 nelle New Entry Hype
chart di DJ Mag, nonché n.1 nella Alternative Chart di Discoid.
Presente in varie playlists di top/DJs internazionali ….supertune di
Laurent Garnier dell'estate 2004. La sua ultima compilation mixata é
“TRAVEL MATE” sempre per SKV. Tra i remixes, i suoi favoriti sono:
"Adyos Ayer", brano estratto da Navigator (Dro/East-West),ultimo album
di Jose Padilla. La versione é presente nella colonna sonora del film
"El Sueno de IBIZA" di Igor Fioravanti (Maestranza Film). "Space Face"
per i Simple Minds(Absolutely) e "House" del leggendario Caspar Pound
(Ascension/Rising High).
Ha collaborato con Missoni (Milano Fashion show). I suoi dj-set sono
programmati da Weekend Dance (Raistereo2) e Radio Italia Network. In
Dicembre 2002 e 2004 è ospite di “Essential Mix”, il prestigioso
programma radiofonico di Pete Tong in onda su Radio One (BBC1). Farfa
ama la musica nella sua universalitá e non ama le etichette musicali.
Il suo concetto di “DANCE-MENTALE” lo porta a esprimersi ed a
“interpretare” la musica in tutte le sfumature possibili, lavorando
molto anche sul rapporto psicologico con la pista.


www.bolgia.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl