Spagna notifica il decreto sulle licenze di gioco alla Comunità Europea

02/ago/2011 13.19.28 giocoonline Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ieri la Spagna ha notificato un progetto di regio decreto a Bruxelles, sulle licenze di gioco, sui requisiti da possedere per ottenerle e sulle informazioni relative all'istituzione di un registro di gioco.

 

I decreti attuativi che la Spagna sta notificando in Commissione Europea, rientrano nell'ambito della legge approvata a maggio scorso che regolamenta il settore del gioco a livello nazionale.  I soggetti che intendono entrare nel mercato spagnolo del gioco dovranno ottenere una licenza "generale" e chiedere poi le licenze "singole" per i vari giochi.

 

Al momento non viene previsto un numero massimo di licenze, ma il Ministero dell'Economia, su istanza dell'Ente regolatore, potrà decidere di limitarne il numero per esigenze di tutela dell'ordine pubblico. Le licenze particolari riguarderanno le scommesse (ippiche, sportive e concorsi pronostici), le riffe (le lotterie che mettono in palio qualunque premio non in denaro), i concorsi (giochi che si svolgono attraverso televisione, radio, internet e altri canali, in cui l'assegnazione del premio non è necessariamente casuale, ma può dipendere dal superamento di test di abilità o prove di conoscenza), e altri giochi (in cui l'esito della partita dipende in parte dal caso, in questa categoria viene richiamato espressamente il poker).

 

Rilasciare il permesso per sviluppare, gestire e commercializzare lotterie spetta invece al Ministero dell'economia e delle finanze. La Commissione Nazionale del Gioco  - istituita con l'approvazione della nuova legge di regolamentazione del settore - svilupperà gli aspetti normativi necessari per la commercializzazione delle lotterie (e dei giochi ad esse collegati).


Bingo online
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl