Incentivi fonti rinnovabili: ecco le novità

Incentivi fonti rinnovabili: ecco le novità.

Persone Marco Bellucci
Argomenti economia, agricoltura

10/mag/2011 12.34.43 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


By Marco Bellucci

Con qualche giorno di ritardo il governo ha firmato il decreto sulle fonti rinnovabili (previsto per fine aprile e firmato soltanto il 5 maggio). Ci sono buone e cattive notizie per gli operatori del settore e per i cittadini.

LE BUONE NOTIZIE: E’ stato tolto definitivamente il tetto massimo di energia incentivabile per gli impianti fotovoltaici. Ciò vuol dire, in particolare, che tutti gli impianti “piccoli” godranno della tariffa piena degli incentivi.

LE CATTIVE NOTIZIE: E’ stato fissato un limite massimo dei fondi destinati a incentivare l’istallazione dei “grandi” impianti fotovoltaici. Il problema principale è la definizione di “grandi”: nel caso di impianti istallati sui tetti degli edifici, si considerano grandi gli impianti sopra 1 MW di potenza, mentre per quanto riguarda gli impianti a terra il limite è di 200 kW. In questo modo il governo cerca di risparmiare qualcosa sugli impianti grandi: il limite di fondi per gli incentivi statali è di 300 milioni di euro nel 2011. Inoltre, il decreto prevede un graduale ridimensionamento delle tariffe d’incentivo per kilowattora a partire già dai mesi estivi del 2011: la speranza, per il governo, è che produrre energia dagli impianti fotovoltaici diventi vantaggioso pur senza incentivi entro un paio d’anni.

Fonti: Testo decreto ministeriale (dal sito del Sole24Ore).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl