'O BISSENISSE (maghi tarokki in diretta nazionale)

28/nov/2005 02.28.04 http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/ Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Versione integrale con replica visionabile nel sito: http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/

27-11-05
Questa settimana vogliamo aprire le danze con un argomento a noi particolarmente caro e sempre, incredibilmente attuale…
Come si dice… dai loro un dito e ti leggono la mano.
Solo qualke anno fa guardavamo un bellissimo programma della Gialappa’s, “Mai dire Tv”, e ridevamo fino alle lacrime davanti alle esilaranti performances del Mago Otelma, il mago ke si da del NOI, in compagnia dei tanti altri analfabeti magici ke infestano le tv private. Ridevamo. Oggi gli diamo credito.
Annalisa Durante, la quattordicenne caduta nei vicoli dell'antica Vicaria, il 27 marzo 2004, in uno scontro a fuoco tra camorristi scriveva un diario, come tante bambine della sua età. E’ possibile ke in tv si debba sentire ke i genitori hanno trovato questa eredità grazie alla segnalazione di una maga?! E’ mai possibile ke questa gente continui a trovare spazio nei contenitori d’informazione?
La maga di turno evidentemente aveva un megaposter della Busi (la streghetta ke si autoattribuì il ritrovamento di una povera Chiara Bariffi, godendo dell’appoggio di tg e contenitori pomeridiani) attaccato nello stanzino delle scope dove “riceveva” i suoi assistiti, probabilmente tra una madonnina e una miniatura del segno dell’ariete. E’ facile, ke ci vuole? Basta andare a rompere le balle nel negozio di un povero padre disperato ke ha perso la figlia quattordicenne e recapitargli un messaggio dall’aldilà: tua figlia ti ha lasciato un messaggio d’amore… forse un diario. Ma va!
Potevano i media trascurare tale prodigio?
Non “stupiatevi”, come direbbe il nostro amico Interrante, se un pomeriggio d’Autunno, sintonizzandovi su Canale 5 vi beccate un tizio con un accrocco il mano ke fa previsioni sul ritrovamento di un corpo senza vita, attaccando la collega sensitivo-laringoiatra.
Era il 15-11-05 e Verissimo (vi prego di notare l’ironia nel nome della trasmissione) ci presentava un tizio al quale avrei giurato di aver allungato 50 centesimi alla Stazione Termini, tale Aristide Milani, con un delizioso oggettino d’artigianato a forma di corno appeso ad una catenina dorata. In sovraimpressione campeggiava la qualifica: “radioestesista”. Per un attimo mi sono kiesta se avesse avuto a ke fare con le depilazioni, subito dopo mi sono accorta ke purtroppo non era così.
Verissimo, rotocalco di approfondimento del Tg5, ha avuto il coraggio di presentarci la diatriba tra un radio-estetista-bojafaus e la nota segugia dell’aldilà Busi, in merito alle ricerke per il ritrovamento del corpo di un giovane canoista, Matteo Pina, scomparso un anno fa nel lago di Pusiano.
Le due Bestie di Branko avrebbero tesi differenti in merito: una rivendica il diritto di priorità sull’idea di fregare la gente indicando punti a caso su una cartina, in una zona più o meno circoscritta e quindi “sicura” (ed effettivamente trattasi di idea geniale e assolutamente infallibile, come capite), mentre l’altro cerca di infilarsi nel mukkio per la teoria del “c’è posto per tutti, dove c’è da mangiare per uno ce n’è anke per due, il pendolino è una scienza esatta e la gente ci crede pure” .
A mio avviso,
Marco Morocutti (CICAP) ha sbagliato a lasciarsi intervistare dopo ke tanto spazio era stato accordato impunemente al pendoliere. L’intervista durata poki minuti, in contrasto con lo spazio ke i “basisti dell’occulto” hanno concesso al mago, dava quel tocco di kitch ke ti colpisce come un pugno nello stomaco, come quei servizi ke ti mostrano gli interni del roulottone di Moira Orfei: stesso senso di smarrimento.
Complimentoni a tutti i contenitori ke in tv continuano a favorire gli affari di questi santoni e naturalmente, anke al popolo degli oroscopieri.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl