LOTTA CONTRO LA DROGA: LA CONFERENZA DI PALERMO NON HA CERTAMENTE RISOLTO IL PROBLEMA, MA QUANTOMENO NE HA FATTO DISCUTERE. OCCORRONO, PERÒ, STRATEGIE PIÙ LUNGIMIRANTI ED IMPEGNI SOCIALI E POLITICI DI PIÙ ALTO SPESSORE

LOTTA CONTRO LA DROGA: LA CONFERENZA DI PALERMO NON HA CERTAMENTE RISOLTO IL PROBLEMA, MA QUANTOMENO NE HA FATTO DISCUTERE.

12/dic/2005 11.13.59 Movimento per l'Indipendenza della Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU "SICILIA INDIPINNENTI"
FRONTE NAZIONALE SICILIANO "SICILIA INDIPENDENTE"

-Sikritarìa Nazziunali-

Kumunikatu Stampa

LOTTA CONTRO LA DROGA: LA CONFERENZA DI PALERMO NON HA CERTAMENTE RISOLTO IL PROBLEMA, MA QUANTOMENO NE HA FATTO DISCUTERE. OCCORRONO, PERÒ, STRATEGIE PIÙ LUNGIMIRANTI ED IMPEGNI SOCIALI E POLITICI DI PIÙ ALTO SPESSORE

Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu ritengono che il dato, secondo il quale la Sicilia sarebbe la prima Regione in Italia per consumo di HASHISH, non possa fare piacere ad alcuno e dovrebbe anzi fare scattare un ennesimo campanello d'allarme. Considerano altrettanto preoccupante il dato secondo il quale la Sicilia sarebbe al terzo posto per coltivazioni di CANNABIS. Analoghe considerazioni valgono ovviamente per le notizie attinenti al largo uso degli altri tipi di sostanze: dalla cocaina e dall'eroina all'ecstasy e alle anfetamine.

Questi dati sono emersi, fra l'altro, dai lavori della Conferenza, conclusasi recentemente a Palermo, sulle problematiche della tossicodipendenza e sulla individuazione di soluzioni possibili. Una Conferenza, che forse avrebbe potuto e dovuto muoversi in modo più originale e più incisivo. Ma non lo ha fatto. Ha tuttavia il merito di avere riportato al centro del dibattito politico una problematica scottante come quella della tossicodipendenza e del suo inarrestabile dilagare. I dati statistici a loro volta possono essere interpretati come si vuole o si crede di dover fare. Ma sono dati, che riportano l'entità di fenomeni e di "fatti", da non sottovalutare né ignorare. Si metterebbe - diversamente - maggiormente a rischio la salute di tanti giovani e giovanissimi ragazzi che sembrerebbero - ogni giorno di più - attratti dall'uso di sostanze stupefacenti. E che vogliono e devono essere aiutati. Non dimentichiamo peraltro che questo problema non è stato mai affrontato come avrebbe meritato. E ciò in modo trasversale in quanto a responsabilità politiche.

A giudizio del FNS non bisogna più tergiversare. È giunta l'ora di cambiare atteggiamenti e metodologie.

Certamente sbaglierebbe chi volesse affrontare il fenomeno soltanto con misure repressive e senza una visione generale dei problemi della nostra Società. Senza adeguati supporti scientifici. Senza le necessarie sensibilità morali e sociali. Così come sbaglierebbe chi volesse dare prevalentemente risposte ideologiche e strumentali, se non addirittura "elettoralistiche". Occorre adottare una strategia di lotta più coraggiosa ma anche più lungimirante e coinvolgente. Ed occorre agire al più presto.

In quanto oggi la situazione è più drammatica di quanto non si voglia dare ad intendere all'opinione pubblica ed in particolare alle famiglie. Abbiamo infatti: da una parte moltissimi giovani tossico-dipendenti che distruggono la loro vita ed il loro avvenire. Mentre, dall'altra parte, abbiamo la mafia, anzi le mafie, e le altre associazioni criminali, organizzate a livello internazionale, che si arricchiscono e che si rafforzano in tutto il Mondo con la produzione e lo smercio, anche capillare, della droga. Senza trascurare il fatto che, soprattutto in questi ultimi tempi, le varie mafie del settore sono più potenti perché possono contare anche sulla complicità di gruppi di potere e di forze eversive di varia estrazione. E - talvolta - addirittura sulla compiacenza di alcuni Governi. Particolare, questo ultimo, ufficialmente poco "attenzionato" e forse anche "censurato". A destra, a sinistra e al centro. E sul quale invece bisognerebbe pure concretamente intervenire .-

Palermu 12 dicimmaru 2005

Giuseppe Scianò, Sikritariu FNS

-------------------------------------------------------

Con preghiera di diffusione.
Giovanni Basile, Addittu Stampa FNS



FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU "Sicilia Indipinnenti"
FRONTE NAZIONALE SICILIANO "Sicilia Indipendente"
Via Brunetto Latini, 26 - 90141 Palermo
tel&fax (+39) 091329456

Internet: www.fns.it / e-mail: fns@fns.it
uff.st.fns@gmail.com

"CUMITATU CITATI 'I CATANIA"
"Comitato Città di Catania"
www.fnscatania.tk (with english introduction and multilanguage translator)
www.nonfartifregare.tk
fnscatania@gmail.com
tel (+39) 1786012222 fax (+39) 1782211303

"CUMITATU MISSINISI"
fnsmissinisi@gmail.com

"CUMITATU NISSENU"
fnsnissenu@gmail.com

«Diamo, quindi, al Popolo Siciliano - in lotta per il suo ideale millenario - la bandiera di un indipendentismo esente da mafiosità e brigantaggio, auspicandone la vittoria nella libertà, nella democrazia, nella giustizia sociale, nella concordia, nella pace e nello spirito europeistico e mediterraneistico».

Giuseppe Montalbano, 1976




AVVERTENZA
I Comunicati informativi e/o stampa del "Frunti Nazziunali Sicilianu" rispettano le norme sulla privacy del Decreto Legislativo 196/giugno 2003. Essi non rappresentano spam ma informazione politica, culturale ed economica su argomenti di attualità e riflessione aventi ad oggetto la Sicilia ed i Siciliani. Sono inviati a coloro il cui indirizzo è stato segnalato dagli utenti stessi, da conoscenti, dalla Stampa o da elenchi resi pubblici. NON HANNO ALCUN SCOPO DI LUCRO. Chiunque collegato intendesse inviare informazioni, documentazioni, lo può fare, come anche fare inserire un nuovo indirizzo e-mail di un conoscente invitando l'interessato a mandare un messaggio a " siciliaindipinnenti@gmail..com". Lo stesso procedimento, vale a dire l'invio di una e-mail al sopraindicato indirizzo vale per chi volesse essere cancellato dalla mailing list ai sensi del succitato Decreto Legislativo. Accettiamo di buon grado sia consigli che suggerimenti e/o sproni.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl