CELEBRATA A BRUXELLES NELL'UFFICIO DEI DIRITTI UMANI DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY LA GIORNATA DEI DIRITTI UMANI

14/dic/2005 11.28.32 Affari Pubblici Chiesa di Scientology Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

  

57° ANNIVERSARIO DELLA GIORNATA DEI DIRITTI UMANI DELLE NAZIONI UNITE CELEBRATO A BRUXELLES

 

DIPLOMATICI E LEADER RELIGIOSI RICHIEDONO IL RISPETTO DEI DIRITTI UMANI IN EUROPA E NEL MONDO

 

La Giornata Internazionale dei Diritti Umani, a 57 anni dalla sottoscrizione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, il 10 dicembre 1948, e' stata celebrata oggi con una significativa manifestazione alla quale hanno partecipato diplomatici, funzionari delle istituzioni europee, leader religiosi e dei diritti umani, per ricordare all'Europa di impegnarsi per un anno di pace e senza discriminazione.. La manifestazione, che si e' conclusa con una performance del grande chitarrista classico italiano Flavio Cucchi, si e' tenuta nell' Ufficio Europeo dei Diritti Umani della Chiesa di Scientology Internazionale a Bruxelles.

 

Leader religiosi e diplomatici hanno presentato alcuni esaltanti aspetti di grandi umanitari del XX secolo, che hanno influenzato le vite di milioni di persone, tra i quali Mahatma Gandhi, Nelson Mandela e L. Ron Hubbard. Questi grandi uomini, il cui coraggio, tenacia e persistenza nel perseguire gli ideali di liberta' e uguaglianza, hanno ispirato milioni di persone di ogni eta'e di ogni razza, hanno segnato la via al rispetto dell'uomo a governi e a uomini di buona volonta' per i secoli a venire.

 

Nelson Mandela e' uno dei grandi leader morali e politici dei nostri tempi: un eroe internazionale la cui dedizione di una vita alla battaglia contro l'oppressione razziale in Sud Africa gli ha fatto conquistare il Premio Nobel per la Pace e la Presidenza del suo paese. W. Mguli, Primo Consigliere della Missione del Sud Africa presso l'Unione Europea, ha presentato alcuni aspetti straordinari di Nelson Mandela nella sua lotta per la liberta', non solamente per la gente di colore, ma per chiunque. "Come disse nel suo discorso di insediamento in 10 maggio 1994", ha detto W. Mgali nel corso della presentazione, "'Mai e mai piu' questa meravigliosa terra vivra' un'altra volta l'oppressione di chiunque nei confronti di un'altro. Il sole non tramonta mai su un traguardo cosi' glorioso.. Che la liberta' regni. Dio benedica il Sud Africa"."

 

J. Sakhri, Presidente della Indian Society del Belgio, ha quindi letto alcuni aneddoti della straordinaria vita del Mahatma Gandhi, definendolo "Il combattente della liberta' che non combatteva." "Gandhi e' stato in grado di unire l'India come nessuno prima di lui," ha detto J. Sekhri nel suo discorso. "Idealista admantino, combattente coraggioso, profondo pensatore, e un grande leader di uomini e di idee, Gandhi ha ottenuto cio' per essere stato in grado di identificarsi con la lotta e la sofferenza dell'indiano comune."

 

Fabio Amicarelli, Direttore dell'Ufficio Europeo dei Diritti Umani della Chiesa di Scientology Internazionale ha descritto la vita di L. Ron Hubbard, mettendo in luce come egli abbia sempre considerato che non gli bastava essere il solo a beneficiare dei risultati della sua ricerca. Infatti, L. Ron Hubbard ha sempre registrato con grande cura ogni dettaglio delle sue scoperte affinche' altri potessero condividere quella conoscenza e quella saggezza per migliorare le loro vite. "Nient'altro esemplifica la vita di L. Ron Hubbard meglio di questa sua semplice affermazione," ha detto Amicarelli: " 'Mi piace aiutare gli altri e ritengo cheil piu' grande piacere della mia ita sia vedere una persona che si libera dalla ombre che oscurano i suoi giorni.' Su queste sue parole chiave e' edificata un'esistenza dedicata al servizio del genere umano, e un' eredita' di saggezza che consente a chiunque di realizzare sogni di felicita' carezzati per lungo tempo e di raggiungere la liberta' spirituale."  

 

Il concerto del maestro Flavio Cucchi ha incluso nel repertorio classico alcuni brani delle grandi tradizioni del mondo, per rafforzare il messaggio di fratellanza e di pace che questa importante manifestazione vuole dare. Con centinaia di concerti in Europa, America, Asia e Australia, ospite delle grandi televisioni mondiali, Flavio Cucchi e'  uno tra i piu' importanti chitarristi classici viventi. Come solista si e' esibito in oltre 30 grandi festival internazionali. Molti compositori, tra cui l'icona del jazz Chick Corea, sono stati inspirati a comporre per Cucchi, arricchendo in questo modo il repertorio della chitarra classica. www.flaviocucchi.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl