Tessitura su telaio, un’arte antica al servizio della modernità

La tessitura su telaio sembra raccontare storie di tempi antichi, ma ne siamo davvero certi?

12/set/2011 18.24.22 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La tessitura su telaio sembra raccontare storie di tempi antichi, ma ne siamo davvero certi? La creazione del tessuto riscopre una nuova giovinezza adattandosi alle mode e ai tempi. Con grande flessibilità e modernità permette di fondere un’antica sapienza ai bisogni contemporanei.

Nata in risposta alla necessità iniziale di coprirsi e di presentarsi, questa tecnica ha permesso, sviluppandosi secondo trame sempre più fantasiose e originali, di venire incontro a nuove esigenze di individualità. Da pochi punti base si possono creare infiniti pattern secondo gusti e necessità più diverse.

La prima volta che sono venuta a contatto con questo mondo sono stata estremamente affascinata dalle infinite possibilità che mi si prospettavano. Non appena mettevo a fuoco una possibile realizzazione ecco che immediatamente facevano capolino nuovi accostamenti e ambiti di applicazione che potevano ritenersi arditi ma che in realtà si adattavano senza difficoltà.

Così in un mondo che vive di tecnologia viene riscoperta una nicchia sospesa nel tempo: c’è, infatti, chi con passione recupera antiche tecniche e le plasma alle necessità del tecnologico mondo di oggi creando foulard, borse, porta notebook, sempre con un occhio di riguardo ai materiali e all’ambiente, senza mai perdere originalità.

Questa tecnica, all’apparenza semplice, necessita di grande studio e passione ma regala la possibilità di realizzare infinite combinazioni inedite per essere unici e distinguersi in una realtà sempre più globalizzata. Riletture di questa tecnica avvengono non solo nel tecnologicamente avanzato mondo occidentale, ma anche in territori ricchi di storia e bloccati nell’arretratezza da anni di guerra. Le donne afghane infatti utilizzano questo strumento per comunicare ed esternare la realtà che hanno vissuto e che stanno tuttora vivendo.

Possiamo, in un certo senso, definirlo un mezzo di comunicazione antico come l’uomo, che si rinnova e si sviluppa seguendo di pari passo le nostre necessità, sempre nuove utilizzando trame ed ordito nelle loro infinite combinazioni.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl