Ferri da stiro. Come sceglierli bene

I ferri da stiro a secco e a vapore hanno una potenza dichiarata intorno ai 1200 Watt, mentre quelli con caldaia (con cui si fa molta meno fatica, provare per credere!) arrivano a consumare anche 2000 Watt.

Organizzazioni Istituto del Marchio di Qualità
Argomenti fisica, industria, termini tecnici, elettricità

15/set/2011 14.44.48 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se c’è una faccenda domestica a cui sono allergica è lo stiro. Lo detesto a tal punto da rimuoverlo dalla mia mente. Salvo poi ritrovarmi a dover fare i conti con quintali di panni stropicciati che precipitano come una slavina dalle ante dell’armadio.
Siccome però stirare è tanto orrendo quanto, ahimé, inevitabile, vi propongo un piccolo post per farlo nel modo migliore possibile.

Importantissimo è valutare il consumo di energia.
I ferri da stiro a secco e a vapore hanno una potenza dichiarata intorno ai 1200 Watt, mentre quelli con caldaia (con cui si fa molta meno fatica, provare per credere!) arrivano a consumare anche 2000 Watt.

Il ferro a secco, ovvero senza serbatoio, è il modello più antico ed è adatto per stirare capi delicati e sintetici. La biancheria deve essere inumidita (munitevi di uno spruzzino) prima dello stiraggio.

ROWENTA E5291 P

Il ferro più comune è quello che potete utilizzare sia a secco che a vapore. L’acqua del serbatoio, riscaldata dalla resistenza elettrica, premendo un pulsante fuoriesce dai forellini sotto la piastra sotto forma di vapore.

Ferro a secco e a vapore

Il modello con caldaia a pressione (a mio giudizio il migliore, come vi dicevo sopra) ha una caldaia con tappo ermetico dove versare l’acqua. Quando l’acqua va in ebollizione produce vapore in pressione.

Sistema a vapore pressurizzato Philips

Se proprio non riuscite a farne a meno c’è anche il ferro da viaggio, un mini-ferro da stiro adattabile ai diversi voltaggi e pieghevole che potrete comodamente sistemare in valigia.

Quando acquistate un ferro da stiro, controllate che:

  • Non sia troppo pesante (dovrebbe non superare il chilo);
  • Il cordone sia abbastanza lungo (almeno due metri);
  • Il ferro sia dotato di un marchio di conformità come quello Imq (Istituto Italiano del Marchio di Qualità);
  • Abbia dispositivi anti-surriscaldamento che entrano in funzione quando il termostato si guasta.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl