In forma dopo le vacanze: ecco la dieta del rientro

Si trova in: carne, tuorlo d'uovo, noci, ostriche, cereali, legumi, verdure.

Persone Henri Chenot
Argomenti alimenti, industria alimentare, gastronomia, dietetica

05/ott/2011 17.31.08 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

by Bisime&Basime

Le vacanze sono ormai alle spalle da un pezzo, ma queste caldissime giornate d’autunno ci fanno ancora rimpiangere i giorni di relax. Per fronteggiare lo stress della ripresa e l’arrivo dei primi freddi, dobbiamo stare attenti a cosa mangiamo per recuperare slancio e sentirci bene col nostro corpo.

In questo periodo dell’anno, ciò di cui abbiamo più bisogno sono i sali minerali: magnesio, potassio, rame e zinco. E prima di ricorrere agli integratori, vediamo insieme quali alimenti possiamo inserire nella dieta stagionale per assumere questi preziosi elementi.

Neanche a dirlo, frutta e verdura sono i nostri migliori alleati, perché contengono fibre, acqua, vitamine e sali minerali.

Magnesio. Favorisce il metabolismo energetico. Una carenza di magnesio si può manifestare con stanchezza psico-fisica, irritabilità, insonnia, esaurimento nervoso, depressione e palpitazioni.

Si trova in: frutta secca, cereali integrali, legumi e verdura a foglia verde.

Zinco. Rinforza il sistema immunitario e la funzionalità della tiroide, migliora la vista, rende più resistenti unghie e capelli. Una carenza di zinco può manifestarsi con debolezza, scarso tono muscolare, dolori articolari, irregolarità nel ciclo mestruale, unghie e capelli fragili.

Si trova in: carne, tuorlo d’uovo, noci, ostriche, cereali, legumi, verdure.

Potassio. Regola il nutrimento delle cellule corporee, depura l’organismo, svolge un’azione diuretica e drenante, normalizza la pressione sanguigna. Una carenza di potassio si può manifestare con debolezza, cattivo umore e scarso tono muscolare.

Si trova in: cereali integrali, legumi secchi, cacao, frutta, lievito di birra, conserva di pomodoro.

Rame. Favorisce la costruzione del tessuto connettivo e partecipa al metabolismo energetico. Una carenza di rame può manifestarsi con spossatezza e sintomi assimilabili alla carenza di ferro.

Si trova in: carne, molluschi, mandorle, nocciole, cacao, germe di grano, soia e funghi.

Una proposta che può calzare a pennello è After Summer, la dieta di Henri Chenot, il creatore della Biontologia. I principi di questa dieta si possono riassumere in quattro semplici punti.

  • Bevi molta acqua. La dose giornaliera deve essere di almeno 1,5 litro. Per favorire la diuresi puoi provare ad aggiungere un paio di cucchiai di aceto di mele, o di succo di limone per riequilibrare il Ph dell’organismo. Limita il consumo di caffè, integra con té verde e caffè d’orzo.
  • Frutta a colazione. Macedonie e frutta di stagione, ricche di vitamine e sali minerali, ti aiuteranno a cominciare la giornata con vitalità e a combattere sia le aggressioni esterne che i fattori che favoriscono l’invecchiamento.
  • Limita il consumo di carne e olio. Riduci il consumo di carni rosse, formaggi e insaccati, che contengono molti grassi saturi. Per i condimenti, alterna olio extra vergine di oliva con quello di colza, lino o noce.
  • Mangia piatti semplici e leggeri. A pranzo preparati delle insalate miste: lattuga, pomodori, carote, tonno, olive, capperi e legumi; a cena mangia pesce azzurro o carne bianca alla griglia (tacchino o pollo).


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl