El pibe de Horror

26/dic/2005 05.19.08 http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/ Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Articolo prelevato dal magazine satirico di comunicazione televisiva http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/
 
 
Un pibe de oro nello stomaco
 


Venerdi 23 Dicembre guardavo “Studio Aperto”, il telegiornale di Italia1 e apprendevo le ultime novità sul conto del sobrio Maradona.
Non avevamo ancora digerito la fuga del piedino d’oro ke giusto qualke settimana fa ha lasciato sconcertati i ballerini di tutta Italia e soprattutto la povera Milly Carlucci ke aveva investito tante speranze nelle leggiadre esibizioni dell’ex “pallone” d’oro.
Pare ke l’integerrimo calciatore avesse qualke problemino col fisco italiano, ma niente di serio… probabilmente la fretta con la quale ha abbandonato improvvisamente il nostro Paese durante “Ballando sotto le stelle”, potrebbe essere dovuta ad una caffettiera incautamente abbandonata sul fuoco, a casetta sua, in Argentina, non certo ad una fuga come qualcuno ha maliziosamente vociferato!
Fatto sta ke l’Aereoporto è diventato ormai un luogo mistico per l’ex peso massimo del calcio d’antiquariato. A volte capita ke un agente osi fermarlo e trattenerlo per un controllo. Ma skerziamo?
Giustamente Maradona si sente sotto pressione ogni volta ke una divisa lo sfiora! Diamine… non c’è un motivo al mondo per preoccuparsi quando si incontra un uomo di pace come lui e soprattutto, come si può pensare ke una persona con il limpido passato (prossimo, non remoto) del piedone possa andarsene in giro con alterazioni dovute ad un eccesso di alcol! Infatti. 
L’ultima volta ke un agente in divisa si è permesso di fermare l’Incompreso, questo ha tentato di dimostrare ke era nel pieno delle proprie facoltà fisike e soprattutto mentali. E qui scatta il genio. Maradona non si comporta come tutti gli ubriaki sani di mente ke per dimostrare di essere sobri inscenano quelle pietose scenette, piantandosi un dito nell’okkio, nel tentativo di toccarsi il naso.
 Maradona dimostra all’agente di avere una mira da campione sfracellandolo direttamente contro una vetrata.
Inspiegabilmente il malcapitato aveva cercato di difendersi tirando fuori la pistola d’ordinanza: non si capisce perkè!
Non pago, il pacifico Maradona ha successivamente indetto una conferenza stampa perkè pare ke l’abitudine di parlare attraverso i giornali e i rotocalki rosa stia dilagando in tutto il mondo e i Carrisi insegnano: non dirlo coi fiori, dillo coi giornali.
Ke sia kiaro: la sorveglianza negli aereoporti ferma soltanto i vippe (questa è la teoria ke il calciatore ha esposto in conferenza stampa) il kè è ovvio: in tempi di pace come questi, lo sanno tutti ke in luoghi così poco a riskio attentati, gli agenti non hanno altro modo per sottrarsi alla noia! Ke poi, effettivamente tutti conoscono la famosa convenzione secondo la quale un personaggio famoso non deve essere assolutamente trattato come tutti gli altri passeggeri e quindi, come kiunque altro, fermato e controllato. Del resto, si potrebbe mai pensare ke uno come Maradona possa avere a ke fare con sostanze stupefacenti?
Straordinaria faccia di mulo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl