Scuola ed Istruzione come veicolo dei 30 articoli della Dichiarazione Universale

Iniziativa dei volontari di "Gioventù per i diritti umani" a Roma Roma 15 novembre 2011.

Persone Ron Hubbard
Luoghi Roma
Organizzazioni Gioventù Internazionale per i Diritti Umani, Gioventù per i diritti umani, Università La Sapienza, ONU
Argomenti diritto, istruzione

15/nov/2011 11.46.52 Walczyk Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Iniziativa dei volontari  di "Gioventù per i diritti umani" a Roma

 

Roma 15 novembre  2011. Anche questa settimana, i volontari della sezione romana di Gioventù per i Diritti Umani Internazioanle hanno scelto la scuola come luogo per svolgere attività di informazione sui 30 articoli della Dichiarazione Universale sancita nel 1948 dalle Nazioni Unite.

 

L’Università La Sapienza sarà lo scenario nel quale i volontari distribuiranno volantini informativi sul programma di Gioventù per i Diritti Umani ed inviteranno alla firma della petizione popolare per favorire lo studio a scuola della Dichiarazione Universale delle Nazioni Unite.

 

Il programma di Gioventù per i Diritti Umani , oltre a 30 che da poco più di un minuto ciascuno a rappresentare ciascuno degli articoli della Dichiarazione Universale, offre anche “La guida per l’educatore”, ossia una serie di lezioni da svolgere nell’aula scolastica attraverso la quale è possibile trasmettere un completa e semplice conoscenza dei 30 articoli, favorendo la creazione di una futura generazione paladini di pace e libertà.

 

Fra gli strumenti disponibili spicca Il video UNITED esso rappresenta l’elemento principale della didattica di “Gioventù Internazionale per i Diritti Umani”, pluripremiato video musicale che con una storia di vita di quartiere, mostra il potere dei diritti umani nel vincere violenza, intolleranza e bullismo.

 

UNITED e gli annunci di pubblica utilità della serie “30 Articoli. 30 Annunci” vengono mostrati dalle TV di tutto il mondo, oltre che sui maxi-schermi degli incontri di calcio, sugli schermi all’interno delle cabine di taxi e dei supermercati, nei teatri, nelle stazioni ferroviarie e in altri luoghi. “I diritti umani devono diventare una realtà, non un sogno idealistico": questo era l'invito dell'umanitario L. Ron Hubbard sul soggetto della Dichiarazione Universale sancita dall'ONU. Dal 1948, anno della sua pubblicazione, le violazioni di tali diritti sono state registrate in ogni angolo del mondo. Tantissime organizzazioni e fondazioni supportano l'ONU nell'invito di divulgare l'informazione di questo importante documento. La sezione romana di Gioventù per i diritti umani Internazionale si unisce a questo movimento per rendere i diritti umani conosciuti e praticati anche con la raccolta settimanale di firme per l'introduzione dell'insegnamento dei diritti umani in ambito scolastico, in linea con l'invito dell'ONU di divulgare la conoscenza ed insegnarla alle future generazioni.

 

Per informazioni

www.youthforhumanrights.org

dirittiumani.romaorg@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl