Scomesse a rischio 7000 posti di lavoro

Stabilità, Manovra 2011, legge Antiriciclaggio chiamano le società concessionarie ad adottare nuove regole di gestione, soprattutto di tipo economico-finanziario che comportano incrementi di costi rilevanti.

21/nov/2011 10.28.08 giocoonline Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Stabilità, Manovra 2011, legge Antiriciclaggio chiamano le società concessionarie ad adottare nuove regole di gestione, soprattutto di tipo economico-finanziario che comportano incrementi di costi rilevanti.


Il rischio è che implichino una trasformazione profonda delle aziende della filiera, mettendo in dubbio la loro sopravvivenza economica. In totale sono circa 1500 aziende che potrebbero scomparire ed oltre 7000 posti di lavoro a rischio. In sostanza per gli attuali operatori di giochi pubblici si sta venendo a generare un insieme di oneri (oltre al rilascio di una garanzia bancaria o assicurativa, di durata biennale, di un milione e mezzo di euro indipendentemente dal valore e dalla tipologia dell'affidamento) quantificabili in circa 160.000 euro all'anno da pagare in più rispetto alla situazione attuale.


Insomma l'entrata in vigore della Legge di Stabilità produce oneri talmente gravosi e complessi lungo il profilo gestionale ed economico-finanziario, da risultare in buona parte dei casi difficili se non addirittura impossibili da rispettare. Tra l'altro, secondo le associazioni di categoria, la Stabilità è in contrasto con il diritto comunitario, in particolare con i principi di concorrenza per il mercato e nel mercato.


Gioco on line

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl