Ufficio Stampa AiFOS: il 4° quaderno della sicurezza

24/nov/2011 16.05.13 Ufficio Stampa AiFOS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato Stampa

Sicurezza sul lavoro: luci e ombre del ruolo dei datori di lavoro

Pubblicato il quarto Quaderno della Sicurezza AiFOS 2011 che raccoglie dati, materiali e riflessioni relativi alla ricerca sul rapporto tra datori di lavoro e formazione alla sicurezza
 
Non si possono affrontare i temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro senza tener conto dell’opinione, della situazione, delle reali conoscenze dei datori di lavoro. Per pianificare correttamente ogni politica di prevenzione è necessario infatti che i datori di lavoro siano ben consapevoli della necessità di organizzare la propria azienda in modo coerente con la finalità di tutelare realmente la salute e sicurezza negli ambienti di lavoro.
 
Per conoscere la realtà dei datori di lavoro in Italia l’Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha svolto un’attenta ricerca che ha sondato, attraverso un questionario composto da 42 domande, il parere dei datori di lavoro e delle aziende sulla “formazione alla sicurezza”.
Questa ricerca segue analoghe iniziative degli anni passati che, avendo raccolto dati e pareri sui lavoratori (nel 2009) e sui formatori alla sicurezza (nel 2010), ci permettono oggi di avere un quadro molto dettagliato della situazione della formazione alla sicurezza in Italia.
 
I risultati della ricerca, raccolti nel “Rapporto AiFOS 2011”, sono stati recentemente pubblicati sul quarto numero dei Quaderni della Sicurezza AiFOS di ottobre-dicembre 2011 e saranno presentati a Roma il primo dicembre 2011 durante il convegno “Il Datore di Lavoro e la Formazione alla Sicurezza”.
 
Il Quaderno contiene innanzitutto i principali dati della ricerca e alcuni confronti tra le risposte dei datori di lavoro e le risposte di formatori e lavoratori.
 
Quale figura di datore di lavoro emerge?
Sicuramente emerge un datore di lavoro consapevole della problematica della sicurezza nei luoghi di lavoro:
- il 77% dei datori di lavoro interpellati si dice convinto che la sicurezza non sia un costo ma un investimento;
- l’89,6% ritiene che la formazione non si riduca a un mero adempimento burocratico.
Tuttavia tra i datori di lavoro che non svolgono anche il ruolo di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) è ancora alta la percentuale delle risposte che denotano una scarsa conoscenza dei propri obblighi e diritti. Un dato che conferma ed allarma sulla urgente necessità che anche i datori di lavoro debbano essere formati sui temi della sicurezza sul lavoro. Inoltre ai dati incoraggianti sull’adempimento dell’obbligo formativo o di quelli relativi alla valutazione dei rischi si accompagnano dati in “chiaroscuro” sulla consapevolezza da parte dei vertici aziendali dell’importanza della formazione per i propri lavoratori, sulla conoscenza dei ruoli e funzioni degli organismi paritetici e sull’utilizzo dei fondi interprofessionali.
 
Ricordando che come introduzione del Quaderno è stato scelto il contributo redatto dal presidente dell’INAIL Marco Fabio Sartori (si è spento lo scorso 8 novembre), anche a ricordo del suo impegno di vita e di lavoro, presentiamo i titoli relativi agli interventi contenuti nel quarto Quaderno della Sicurezza di AiFOS:
 
- introduzioni e presentazioni di Marco Fabio Sartori (Presidente dell’INAIL), Michele Lepore (Presidente Comitato scientifico AiFOS) e Lorenzo Fantini (Dirigente della Direzione Generale delle relazioni industriali e dei rapporti di lavoro del Ministero del lavoro e delle politiche sociali);
 
- Rocco Vitale (Presidente AiFOS): “Il Datore di Lavoro e la Formazione alla sicurezza”;
 
- Fabio Pontradolfi (Responsabile di Confindustria per le materie relative agli affari sociali ed alla sicurezza): “Formazione, informazione, addestramento e aggiornamento in materia di salute e sicurezza sul lavoro”;
 
- Lorenzo Fantini (Dirigente divisione tutela delle condizioni di lavoro del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali): “Brevi considerazioni sulla formazione e sui formatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro dopo la riforma”;
 
- Grazia Nuzzi (Settore Ambiente ed Utility Confcommercio.): “Formazione alla sicurezza, processo dinamico e complesso”;
 
- Cinzia Frascheri (Responsabile nazionale C.I.S.L. per la Salute e Sicurezza sul Lavoro): “È il datore di lavoro il primo ad aver bisogno di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro”;
 
- Diego Alhaique (Direttore scientifico di “2087”): “La formazione alla sicurezza tra luci e ombre in una difficile rete di sostegno al sistema di partecipazione dei lavoratori alla prevenzione”;
 
In appendice un focus della ricerca “Il datore di lavoro e la formazione alla sicurezza” svolta a livello regionale:
- Giovanni Ballan “Il datore di lavoro e la formazione alla sicurezza in Veneto”.
 
Ricordiamo che il convegno nazionale “Il datore di lavoro e la formazione alla sicurezza” si terrà l ’1 dicembre 2011, dalle 9.30 alle 12.30, presso la Sala della Biblioteca del CNEL, in viale Lubin n. 2 a Roma.
La partecipazione è gratuita ed è valida ai fini dell’aggiornamento RSPP - ASPP (3 crediti formativi).
 
Per partecipare al convegno gratuito è necessario iscriversi dal sito www.aifos.it accedendo alla pagina dedicata:
 
 
Chi volesse avere informazioni per ricevere il Quaderno o partecipare al convegno può fare riferimento a AiFOS via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - quaderni@aifos.it - convegni@aifos.it   
 
 
 
24 novembre 2011
 
 
Ufficio Stampa di AiFOS
Responsabile: Tiziano Menduto
3395336812
Se non vedi la newsletter, clicca qui
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl