Caserta. La seconda giornata del 4° Congresso della Cgil

l intervento musicale della cantautrice per la pace Agnese Ginocchio di Pax

Allegati

18/gen/2006 10.56.21 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                           

CGIL

Segreteria Provinciale di Caserta

Caserta, mercoledì 18 gennaio 2006

Agli organi d’informazione

Comunicato stampa

Caserta. La seconda giornata del 4° Congresso della Cgil

Con l’elezione degli organismi dirigenti e dei delegati al congresso regionale si conclude nella serata di domani giovedì 19 il Quarto Congresso della Cgil casertana presso il Grand Hotel Vanvitelli di San Marco Evangelista. Il dibattito avrà inizio alle ore 9,30. Il segretario generale della Cgil Campania Michele Gravano interverrà alle 12. Alle 15 riprenderà il dibattito fino alle 17, quando ci saranno le conclusioni di Claudio Treves della Cgil nazionale. Alle 18 l’approvazione dei documenti e degli ordini del giorno. Subito dopo, alle 18.15, le elezioni.

L’assise provinciale di Terra di Lavoro, contrassegnata dal motto nazionale “Riprogettare il Paese. Lavoro, saperi, diritti, libertà”, ha avuto inizio oggi pomeriggio con la relazione del segretario generale della Cgil  Michele Colamonici.

“Per la provincia di Caserta – sono state le parole di Colamonici – risulta decisiva la capacità di programmazione territoriale con tutti i soggetti istituzionali, economici e sociali, del sistema delle imprese e dell’Università. Da questo congresso uscirà una proposta che su Caserta riguarda aspetti importanti, cui tutti saremo chiamati a rispondere e il Sindacato dovrà fare la sua parte. Ovviamente avremo bisogno in questa fase di un ruolo di maggiore regia e coordinamento da parte della politica e delle istituzioni”.

La prima giornata congressuale, oltre alla registrazione dei delegati, l’elezione della Presidenza e delle commissioni, la relazione del Segretario, ha visto anche l’intervento musicale della cantautrice per la pace Agnese Ginocchio di Pax Christi. Numerosi e qualificati gli invitati che hanno voluto portare il loro saluto al Congresso.

“La Cgil ha 100 anni. Nasce, infatti, il primo ottobre 1906. Questo anno ci permetterà, attraverso eventi ed iniziative varie, di rinnovare la memoria del movimento sindacale italiano nella costruzione di un Paese democratico e nell’affermazione dei diritti del lavoro. Da qui, dunque, l’importanza del nostro congresso, dove si inizierà un percorso storico-culturale utile a noi ma anche alle nuove generazioni”. Questo un altro passaggio della relazione del segretario Colamonici.

            “Il congresso – ha proseguito il Segretario – sarà di grande importanza perché la Cgil vuole proporre al Governo che verrà una piattaforma, un nuovo progetto politico di cambiamento di fronte alla grande crisi che sta attraversando il Paese e alla necessità di ricostruire un modello di sviluppo che dia la possibilità  all’Italia di avere maggiore competitività e ai nostri lavoratori e alle imprese un Paese più sicuro dal punto di vista dei diritti, del lavoro e della rinascita civile e democratica.

 Sarà dunque un congresso di proposte e progetti per indicare una nuova strada nella valorizzazione  del lavoro e dei diritti fondamentali del lavoro.

Il confronto porterà a definire una piattaforma su argomenti importanti quali la crisi industriale ma anche una politica  della  formazione, dell’innovazione e della ricerca, per dare alle imprese maggiori sbocchi di mercato e per una maggiore internazionalizzazione.

A tutto ciò, poi, bisogna accompagnare anche un sistema di formazione adeguato per un  percorso occupazionale. Allo stesso tempo – ha sottolineato Colamonici – c’è bisogno di uno stato sociale che valorizzi la  presenza della sanità, dell’istruzione, della formazione, e che qualifichi le professionalità in una fase di ammodernamento e di crescita civile e democratica”.

                                  

Con preghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione. I giornalisti che volessero partecipare alla manifestazione, richiedere foto in formato jpeg o contattare l’ufficio stampa per ogni altra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

Comunicazione CGIL Caserta

Questo comunicato, inviato in Ccn a operatori dell’informazione e a una lista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale. Coscienti che e-mail indesiderate siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. A norma della Legge 675/96 abbiamo reperito la Sua e-mail di persona, navigando in rete o da e-mail che l’hanno resa pubblica. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta con oggetto: “Cancella”. Grazie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl