I giochi approdano con diversi provvedimenti in Parlamento

18/gen/2012 12.04.02 giocoonline Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Con la ripresa delle attività delle Camere si torna a parlare di giochi nelle aule di entrambi i rami del Parlamento italiano. Alla Camera si parte con le Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio e l'esame del decreto milleproroghe varato dal Governo alla fine del 2011. Sono tre le misure contenute nel decreto che interessano il comparto dei giochi: la proroga, per tutto il 2012, della tassazione ridotta per il Bingo, lo spostamento al 30 giugno del termine fissato per l'assegnazione delle 1.000 licenze per il poker live e lo slittamento, sempre al 30 giugno, per le 7.000 licenze di punti di raccolta di scommesse sportive.

La Commissione Finanze del Senato apre con il decreto che istituisce l'Agenzia fiscale dei Monopoli di Stato, che andrà a prendere il posto di AAMS. La Commissione Finanze della Camera ha già espresso il proprio parere, positivo con alcune condizioni, a novembre, mentre a palazzo Madama l'esame del decreto è stato più volte rimandato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl