Il genio leonardesco in una mostra alla Galleria degli Uffizi

08/feb/2006 02.55.08 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Leonardo, un genio il cui volto e la cui vita sono familiari a milioni di
persone: ciascuno di noi è stato, almeno una volta, spettatore e testimone
della sua meravigliosa vicenda umana attraverso la conoscenza del suo
eclettico operato. Tale prodigio si deve alla sensibilità e all’ingegno di
un personaggio incarnante anche mistero e leggenda. Infatti scrive
ininterrottamente di tutto; eppure non apre che rari spiragli sulla cronaca
della propria esistenza. Leonardo è consapevole di questo mito, erigendo
volutamente una barriera fatta di conoscenze occulte , di sapienza acquisita
attraverso lo studio e l’esperienza ma non attinta. Tuttavia gli
innumerevoli studi, condotti nei campi più svariati della cultura, ci
permettono di ammirare le grandi doti possedute dal maestro ma anche di
percepire l’essenza di Leonardo bisognoso di presenze umane e di calore di
affetti.
Sinora le molteplici mostre dedicate all’Uomo di Vinci hanno riproposto
settori specifici del suo operato, precludendo ai visitatori una visione
d’insieme delle molteplici attività da lui svolte con successo nella sua
lunga vita.
La mostra che la Galleria degli Uffizi di Firenze si appresta ad allestire
nel prossimo mese di marzo 2006, dal titolo “La mente di Leonardo. Il genio
universale all’opera”, vuole sopperire a quanto appena esposto. Propositi
degli organizzatori sono quelli di determinare metodi di analisi e
motivazioni comuni e trasversali alle opere artistiche, scientifiche e, più
in generale culturali, realizzate e studiate dal maestro. Infatti la
peculiarità dell’operato leonardesco è l’invenzione e la scoperta. L’istinto
di scoprire ed applicare è più forte del pensiero stesso e ciò viene
realizzato attraverso l’interrogazione della materia che, quanto può, fa
diventare vivente immortalandola.
In virtù di questi presupposti, la mostra vuole realizzare l’unitarietà del
sapere di Leonardo attraverso l’esposizione di disegni, pitture, modelli di
macchine, esperimenti supportati dal multimediale al fine di da dare al
visitatore il mezzo di poter trovare connessioni e motivazioni del suo
immenso operato.


Carmelo De Luca

www.polomusealefiroentino.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl