Caserta. Sinistra Ecologista dice no all’interramento ?ÿ?Windows-1252?Q?di Viale Douhet

Allegati

09/feb/2006 12.36.19 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Circolo di Caserta

 

Casagiove, giovedì 9 febbraio 2006

Agli organi d’informazione

Comunicato stampa

Caserta. Sinistra Ecologista dice no all’interramento di Viale Douhet

Il circolo casertano di Sinistra Ecologista, pur essendo fermamente convinto della necessità di pedonalizzare l’intera piazza Carlo III, esprime la propria valutazione negativa sull’interramento di viale Douhet, un progetto che risponde ad un’idea di sviluppo urbano della città oramai superato nei fatti e che, una volta realizzato, rappresenterebbe una ferita insanabile al già compromesso patrimonio architettonico della città.

La restituzione di piazza Carlo III alla sua funzione originaria è una necessità imprescindibile, come lo è restituire e ricostruire il rapporto della Reggia con la città attraverso un indirizzo delle trasformazioni urbane che vada verso l'eliminazione delle tante barriere che ora stritolano il monumento: le caserme, la ferrovia ed il passaggio del traffico.

Tutti sono inoltre concordi sul fatto che il centro storico di Caserta, o almeno quello che ne resta, debba essere escluso il più possibile dal traffico privato intraurbano ed ancora di più da quello di attraversamento verso altri Comuni. A questa funzione risponde tra l'altro la costruzione della variante Anas, che ha anche l'obiettivo di deviare dal centro urbano tutto il traffico proveniente da Maddaloni e Caserta Sud.

L’interramento di viale Douhet avrebbe una funzione totalmente in contrasto con questi obiettivi, perché andrebbe nella direzione di facilitare e favorire il passaggio attraverso il centro della città.

Aprire inoltre la bocca di un sottopassaggio nel centro storico, con tutte le relative strutture di supporto per consentirne il funzionamento, in una delle strade che ancora miracolosamente conserva edifici storici sopravvissuti alla devastante furia edificatrice tipica della storia del capoluogo, e per lo più a ridosso di uno dei maggiori monumenti italiani ed europei, sarebbe il colpo di grazia per la speranza di costruire una città in grado di sostenere culturalmente il ruolo di capoluogo cui è chiamata.

Il progetto quindi a nostro parere è l'ennesimo risultato di un modo di fare pianificazione del territorio per emergenze, che si realizza nella elaborazione di soluzioni frammentarie spesso troppo costose rispetto ai vantaggi presunti e senza un’idea di insieme di sviluppo del territorio.

L'obiettivo di qualsiasi strategia di cambiamento dell'assetto urbano di Caserta dovrebbe invece essere quello di recuperare e valorizzare il disegno originario della città, adattandolo alle nuove esigenze di un capoluogo in continua espansione e restituendo ai suoi abitanti la vivibilità compromessa da un susseguirsi sregolato di interventi frammentari. Per raggiungere tale obiettivo è necessaria una forte volontà politica ed una efficace sinergia tra Amministrazione Comunale, Provincia e Regione, che punti innanzitutto alla valorizzazione di tutti quegli strumenti di pianificazione del territorio che troppo spesso risultano privati della loro funzione strategica e trattati alla stregua di sterili adempimenti burocratici.

Per tali motivi Sinistra Ecologista Caserta esprime tutta la sua contrarietà ad un’opera costosa, devastante per il patrimonio artistico cittadino, che risponde a necessità inattuali e che darebbe il colpo di grazia alla speranza di chi invece vorrebbe creare le condizioni necessarie ad una reale valorizzazione del massimo attrattore turistico del capoluogo.

 

Con preghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione. I giornalisti che volessero richiedere foto in formato jpeg o contattare l’ufficio stampa per ogni altra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

Comunicazione Sinistra Ecologista Caserta

Questo comunicato, inviato in Ccn a operatori dell’informazione e a una lista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale. Coscienti che e-mail indesiderate siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. A norma della Legge 675/96 abbiamo reperito la Sua e-mail di persona, navigando in rete o da e-mail che l’hanno resa pubblica. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta con oggetto: “Cancella”. Grazie.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl