Pittura termoisolante: cos’è e come funziona

Pittura termoisolante: cos'è e come funziona.

01/feb/2012 12.58.13 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Isolare termicamente la propria casa è l’intervento più efficace per risparmiare sulla bolletta di luce e gas. Il sistema migliore, senza dubbio, è l’applicazione del cappotto termico esterno, che consente una riduzione drastica dei consumi, sia per il riscaldamento che per il raffreddamento dell’edificio. Altri interventi utili possono riguardare gli infissi, il solaio e la fonte di calore.

In commercio esistono anche le pitture termoisolanti. Sono pitture che garantiscono (a detta dei produttori) un migliore isolamento delle pareti. La composizione di queste pitture varia a seconda dei prodotti. Il principio base, comunque, è l’introduzione all’interno della pittura di microsfere di vetro o di ceramica, che riflettono il calore.

Le pitture termoisolanti possono essere usate sia per i muri esterni che per quelli interni, e hanno buone performance sulla resistenza alla muffa e all’umidità. Tuttavia, per quanto riguarda lo scambio di calore, il guadagno sembra essere ridotto.

In termini fisici, infatti, la capacità isolante di qualsiasi materiale è data dal rapporto tra il coefficiente isolante e il suo spessore. Visto che la pittura ha uno spessore estremamente ridotto (inferiore di solito a un millimetro), la sua capacità isolante è quasi irrilevante. Tuttavia, c’è  la possibilità che se applicata in esterno la pittura contribuisca a riflettere la luce del sole, e con essa una parte di calore: dunque, potrebbe contribuire (comunque in piccola parte) a tenere la casa più fresca d’estate.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl