Cos’è l’orecchino che fa dimagrire e come funziona

Cos'è l'orecchino che fa dimagrire e come funziona.

Persone Flavia Vento
Organizzazioni Antitrust
Argomenti medicina, commercio, economia, pubblicità

14/feb/2012 10.15.01 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Potrebbe essere il prodotto del secolo come una grandissima bufala. Il prodotto della Starbene di cui si è parlato a Uno Mattina e a Porta a Porta, con testimonial d’eccezione Flavia Vento, è stato demolito dagli esperti. L’orecchino Zerodiet ha già ricevuto una multa di 20mila euro per pubblicità ingannevole dall’AntiTrust, che ha messo in discussione i risultati e la documentazione scientifica del prodotto.

Certo, l’idea di dimagrire senza fare alcun sforzo è allettante. Bisogna però capire come funziona (e soprattutto se funziona!). “Zerodiet è un’autoterapia per la riduzione del peso e dell’appetito mediante auricoloterapia magnetica. Con Zerodiet, se usato correttamente, si riesce a mangiare dal 25 al 39% di quello che si avrebbe mangiato senza l’uso – 3,6 a 5,3 kg in 30 giorni, senza seguire nessun regime alimentare specifico. Così recita la brochure. Chi non vorrebbe provarlo con queste premesse?

L’apparecchio è composto da due biomagneti in materiale naturale, tra cui l’oro, che vengono posti sul trago dell’orecchio sinistro. La pressione che questi esercitano aiuta a ridurre l’appetito. “Il trattamento non è invasivo, non si fora l’orecchio, si può fare in totale autonomia, senza il bisogno di recarsi dal medico o in centri specializzati”. Benissimo.

Quindi, ricapitolando: Il prodotto riduce il senso di fame con la pressione, mangiamo di meno e possiamo perdere fino a più di 5 chili. Ma sarà vero? Gli esperti di agopuntura prendono le distanze dal prodotto e ci ricordano come sull’orecchio siano presenti dei punti che possono contribuire a calmare temporaneamente l’ansia, ma non tanto da evitare la fame nervosa né a ridurre l’appetito. In più i pochi consumatori che hanno testato il prodotto pare non abbiano perso un etto.

Io sarò all’antica, ma secondo me una regime alimentare redatto da buon dietologo, con tanta verdura fresca e un po’ di buona volontà funzionano meglio e spendendo meno.

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl