29 febbr - Incontro "Somalia: I - Integrazione" a Carmagnola

29 febbr - Incontro "Somalia: I - Integrazione" a Carmagnola.

Persone Gigi Piga, Stephane Jolibeau, Domenico Lucano, Zahra Osman Aliha, Cristiana, Ali
Luoghi Italia, Africa, Asia, America del Sud, Torino, Alessandria, Bari, Asti, Tibet, Somalia, Europa dell'Est, Riace, Carmagnola, provincia di Cuneo, provincia di Torino, Darfur
Organizzazioni Col'Or, Cooperativa Sociale O.R.So., Rete
Argomenti politica, sociologia, istituzioni, lavoro

24/feb/2012 10.49.14 Re.Co.Sol. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA| con gentile preghiera di pubblicazione

Per il ciclo di incontri
“Le guerre dimenticate 2012 – La migrazione delle vittime dei conflitti”
 
mercoledì 29 febbraio 2012 -  ore 20.45 
Biblioteca Civica, via Valobra 102 – Carmagnola (TO)

 
“Somalia: I - Integrazione”
Incontro con la mediatrice culturale Zahra Osman Ali
organizzato in collaborazione con la Cooperativa Sociale O.R.So.

-
 
Il Comune di Carmagnola e la Rete dei Comuni Solidali organizzano il ciclo di incontri denominato “Le guerre dimenticate 2012 – La migrazione delle vittime dei conflitti” per affrontate temi complessi legati ai tanti conflitti irrisolti che continuano a infiammare l'Est Europa, l'Asia, l'Africa e l'America Latina, con l'intento di fornire spunti di riflessione e presentare piccoli progetti di solidarietà in queste aree.
-Questi i quattro appuntamenti programmati presso la Biblioteca Civica della Città:-
- 8 febbraio, "Riace: A - Accoglienza" con Domenico Lucano, sindaco di Riace;
- 15 febbraio, "Tibet: S - Sensibilizzazione" con ilrappresentante della comunità tibetana Tashi Sandup, in collaborazione con Ass. Comuni, Province, Regioni per il Tibet;

- 29 febbraio, "Somalia: I - Integrazione", con la mediatrice culturale Zahra Osman Ali, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Orso;
- 28 marzo, "Darfur: C - Cooperazione" con la giornalista Stephane Jolibeau, in collaborazione con l'Associazione Col'Or.
 
Il 29 febbraio 2012 nell’incontro intitolato “Somalia: I - Integrazione” organizzato in collaborazione con la Cooperativa Sociale O.R.So., la mediatrice culturale Zahra Osman Ali affronterà e dibatterà con il pubblico presente sui alcuni argomenti relativi alla Somalia quali: guerra e conflitti in Somalia e nei paesi limitrofi, caratteristiche del popolo somalo, la vita in Somalia prima e durante la guerra, la fuga, il viaggio e l’approdo dei profughi, i sogni e la situazione dei rifugiati in Italia con criticità e possibili soluzioni per l’integrazione.
 
Zahra Osman Aliha studiato In Somalia in scuole italiane diplomandosi come ragioniera. Dal 1987 lavora in Somalia nell’ambito dell’assistenza sociale: accoglienza agli sfollati e attività contro le mutilazioni genitali femminili. Nel 1993, è costretta ad abbandonare la Somalia a causa della guerra e decide di raggiungere l’Italia con parte della sua numerosa famiglia (8 figli). Nei successivi anni in Italia si ricongiunge con il resto della famiglia. Dal 2000 lavora come volontaria presso l’Alma Mater di Torino, dove cura e gestisce uno sportello di accoglienza e informazioni per donne immigrate. Successivamente e per diverse realtà associative, lavora all’interno di progetti di Inclusione Sociale per Immigrati  e per le Donne vittime della Tratta. All’interno dell’Alma Mater è referente del progetto “Freedom” sulla prevenzione delle mutilazione genitali femminili. Nel 2008 lavora a Bari nel  campo di prima accoglienza (C.A.R.A.). Dal 2008 ad oggi lavora per la Coop. ORSO all’interno dei progetti F.E.R. (Fondi Europei per Rifugiati) nei territori della provincia di Cuneo, Torino,  Carmagnola, Asti e Alessandria

La Cooperativa O.R.So. è nata nel 1987 dall’esperienza e dalla sensibilità della GIOC (Gioventù Operaia Cristiana). Opera nei settori delle politiche attive del lavoro, delle politiche giovanili e delle attività a favore di immigrati e rifugiati per i quali progetta e gestisce interventi e servizi con l’obiettivo di favorire la parità di accesso delle fasce deboli al mercato del lavoro e la piena cittadinanza delle persone nella società: cittadini stranieri, adulti disoccupati, soggetti diversamente abili, giovani.
 
ReCoSol, Rete dei Comuni Solidali è una associazione nata nel 2003 che attualmente conta 277 associati fra Comuni e Province in tutta Italia, che insieme realizzano principalmente piccoli e grandi progetti di cooperazione decentrata in paesi in via di sviluppo ma anche iniziative nel territorio italiano atte a sensibilizzare le persone su uno sviluppo sostenibile per l’ambiente e sulla necessità di una vera integrazione culturale degli immigrati.

Ufficio Stampa – Gigi Piga - cell. 3480420650 – press@comunisolidali.org  


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl