Come ottenere gli incentivi auto 2012 per l’installazione di impianti GPL e metano

Come ottenere gli incentivi auto 2012 per l'installazione di impianti GPL e metano.

Persone Alessandro Tramontano
Organizzazioni Consorzio Ecogas, ministero dell'ambiente
Argomenti economia, commercio, finanza, fisco

29/feb/2012 14.30.24 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Partono domani, giovedì 1 marzo 2012, i nuovi incentivi per le auto. Quest’anno gli incentivi riguarderanno la trasformazione a GPL o Metano dei veicoli Euro 2 ed Euro 3 immatricolati dopo il 1 gennaio 1997. Anche se gli aumenti dei carburanti hanno colpito Gpl e metano al pari di Benzina e Diesel, resta ancora conveniente avere un’auto alimentata in modo ‘ecologico’. Le prenotazioni  degli incentivi ICBI (Iniziativa Carburanti a Basso Impatto) potranno essere fatte sul sito del Consorzio Ecogas (www.ecogas.it) che si occupa delle gestione operativa della campagna di incentivazione “A Gas per l’Ambiente” del Ministero dell’Ambiente. La buona notizia è che non sarà necessario comprare una nuova auto per usufruire degli incentivi auto 2012, la cattiva è che il fondo disponibile è davvero limitato, appena 1.785.309,26 Euro pari alla trasformazioni di soli 4.500 autoveicoli. Ma andiamo ad analizzare le cifre. Gli importi fruibili dalle persone fisiche o giuridiche, residenti o con la sede legale o operativa nei 629 Comuni che hanno aderito all’iniziativa, sono di 500 euro per il GPL e 650 per il metano, di cui 150 euro a carico delle officine che si occuperanno dell’installazione.

Come spiega il Presidente del Consorzio Ecogas, Alessandro Tramontanoè stato concordato di comporre il contributo nel seguente modo: 150 € di sconto da parte dell’installatore sul listino prezzi massimi nazionale (MSE 2008/2011) e 350 € GPL/500 € metano di contributo erogato da ICBI. L’applicazione dello sconto da parte dell’installatore deve essere evidenziato in fattura ed è condizione indispensabile per l’ottenimento del contributo ICBI. Lo sconto applicato dall’installatore, a differenza dell’incentivo, non viene rimborsato da ICBI, ma è a carico dell’officina”. Per i veicoli commerciali sono previsti 750 euro per la trasformazione a GPL e di 1.000 euro per quelle a metano.

Come ottenere gli incentivi ICBI?

Si deve prenotare la conversione a GPL o a Metano presso una delle officine che aderiscono all’iniziativa, la quale, dopo avere verificato la disponibilità del fondo e ottenuto il codice di prenotazione attribuito a ciascun intervento (cosa che garantisce l’accantonamento del fondo), comunicherà al proprietario dell’auto quando potrà installare sul veicolo l’impianto. Il contributo viene in questo modo detratto ed evidenziato in fattura come sconto sul prezzo del lavoro. L’officina non può assolutamente superare il listino prezzi massimo nazionale.
Importante da parte del beneficiario controllare che la data del documento fiscale, l’autocertificazione del beneficiario ed il collaudo del veicolo, sia successiva al 1 marzo 2012. Il collaudo deve assolutamente avvenire entro 120 giorni dalla data di prenotazione.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito di ecogas www.ecogas.it/public


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl