La Missa Solemnis di Beethoven diretta dal maestro Aldo Ceccato inaugura il Festival Verdi 2003

La Missa Solemnis di Beethoven diretta dal maestro Aldo Ceccato inaugura il Festival Verdi 2003

Allegati

20/apr/2003 02.06.07 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Teatro Regio di Parma
Fondazione
____________________
 

La Missa Solemnis di Beethoven diretta dal maestro Aldo Ceccato

 inaugura il Festival Verdi 2003

Teatro Regio di Parma, mercoledì 23 aprile 2003, ore 21.00

   

    “Dal cuore - possa di nuovo tornare - al cuore”. Così recita il motto apposto da Beethoven sul margine superiore della pagina autografa che contiene l’attacco del Kyrie della Missa Solemnis. Un monito, un auspicio, certamente un richiamo mutuato alla mistica altotedesca e a certe dottrine mistiche orientali a cui Beethoven prestò attenzione più volte nel corso degli anni, un precetto che oggi vogliamo leggere come l’augurio con cui il Festival Verdi 2003 offre alla città e al mondo il suo ricco calendario di eventi, che proprio la Missa Solemnis in re maggiore per soli, coro e orchestra di Ludwig van Beethoven inaugura mercoledì 23 aprile al Teatro Regio di Parma, impreziosito per l'occasione dagli addobbi floreali provenienti da Sanremo.

    Le dense pagine commissionate al genio tedesco dall’amico, allievo e mecenate Arciduca Rodolfo per celebrarne la nomina ad Arcivescovo di Olmütz (Moravia), tornano a risuonare a Parma a oltre dieci anni dall’ultima e unica esecuzione cittadina del novembre 1991, con la direzione di Rudolf Barshai. A salire sul podio il prossimo mercoledì sarà invece Aldo Ceccato, che dirigerà l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio di Parma. Direttore Musicale de “I Pomeriggi Musicali”, l’orchestra sinfonica più antica di Milano, con la quale ha inciso la prima pubblicazione in cd della Missa Solemnis beethoveniana, Aldo Ceccato, che ritorna dopo molti anni a Parma dove aveva diretto il Barbiere di Siviglia nel 1967, è interprete dei capolavori sinfonici ed operistici nei teatri più importanti del mondo - dalla Scala al San Carlo di Napoli, al Maggio Musicale Fiorentino, al Covent Garden di Londra, all’Opéra di Parigi, nelle Staatsoper di Vienna e Amburgo, e ha diretto le Filarmoniche di Berlino, di Israele, di Londra e di New York, le Orchestre di Cleveland e Philadelphia, la Boston Symphony, la Chicago Symphony e la Staatskapelle di Dresda. Sul palco del Regio sarà affiancato da solisti che ha già diretto e che ritrovano la loro migliore espressione nel repertorio sacro: Elena Monti, soprano, che si è già cimentata nella Missa qualche stagione fa nel riaperto Teatro dal Verme di Milano e a Malaga; Alessandra Palomba, mezzosoprano, che ha debuttato nel 1991 nella prima esecuzione moderna del Gloria di Rossini e nella Theresien Messe di Haydn, interprete nell’Arlesiana di Cilea per l’inaugurazione della stagione 1996-‘97 del Regio di Parma; il tenore Stefano Ferrari, che ha collaborato con “I Pomeriggi Musicali” e con altre importanti orchestre, distinguendosi nell’esecuzione di composizioni sacre, sinfoniche ed operistiche, e infine il basso Peter Mikulas, la cui sviluppata attività concertistica lo ha portato a lavorare con acclamati direttori, orchestre di prestigio e importanti istituzioni quali il Gewandhaus di Lipsia, l'Accademia di Santa Cecilia, la Royal Albert Hall di Londra, il Musikverein di Vienna.

    Iniziata negli ultimi mesi del 1818 col proposito di vederla eseguita all’inizio del 1820, la partitura della Missa Solemnis venne ultimata solo tre anni dopo quella data, nel 1823, non in tempo per la cerimonia di intronizzazione di Rodolfo (avvenuta nel marzo 1820). Causa di questo ritardo furono la dilatazione del materiale musicale e la sempre più netta ambizione universalistica della propria musica orchestrale. Beethoven concepì infatti la sua Missa Solemnis come una silloge dei più importanti linguaggi sacri applicati in musica in epoca moderna e premoderna, dal canto gregoriano alla polifonia di Palestrina, dai cori di Händel alla Messa in si minore di Bach e ai più recenti sviluppi rappresentativi introdotti da Haydn. Un corpus di analisi e ricerche cui Beethoven si applicò con pervicace e furiosa devozione, che affrancò la forma della Missa dai vincoli rituali liturgici per farne espressione di un universale sentimento di sacralità che doveva dunque trovare esecuzione, per la prima volta, anche fuori dalle chiese, nelle sale da concerto e nei teatri.

    Da più parti è stato sottolineato come quest’opera possa essere interpretata proprio come la celebrazione del valore sacro dell’umanità e la sua esecuzione nei giorni successivi alle festività pasquali, in tempi di guerra, sembra ulteriormente, particolarmente significativa.

 

 

 

Teatro Regio di Parma, mercoledì 23 aprile 2003, ore 21.00

Missa Solemnis

in re maggiore, per soli, coro e orchestra

 

di LUDWIG VAN BEETHOVEN

 

Soprano ELENA MONTI

Mezzosoprano ALESSANDRA PALOMBA

Tenore STEFANO FERRARI

Basso PETER MIKULAS

 

Maestro concertatore e direttore

ALDO CECCATO

 

Maestro del coro

MARTINO FAGGIANI

 

 

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO DI PARMA

 

 

 

 

Sono disponibili immagini ad alta definizione;

saluti cordiali,

 

Paolo Maier
Ufficio Stampa e Comunicazione
Fondazione Teatro Regio
via Garibaldi, 16
43100 Parma - Italia
tel +39 0521 039369
fax +39 0521 218911
www.teatroregioparma.org
p.maier@teatroregioparma.org
 

I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto della Legge 675/96. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96), ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLAMI a questa mail precisando l’indirizzo email che verrà immediatamente rimosso. Abbiamo cura di evitare fastidiosi MULTIPLI INVII, laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl