Cosa vedere a Barbados: le spiagge

Cosa vedere a Barbados: le spiagge.

Persone St Lucy, Davide, St Peter, OVEST Sandy, Laurence Gap, Silvia
Luoghi Folkestone Marine Park, Paradise beach, Batts Rock Beach, Brandons, Mullins, Dover Beach, Sandy Beach, Worthing Beach, Accra Beach, Rockley Beach, Oceano Atlantico, Barbados, Arcipelago delle Antille, Bridgetown, Hastings, Foul Bay, Foul Bay, Carlisle Bay
Organizzazioni Malibu Visitor Centre Beach Club
Argomenti turismo, strutture turistiche, idrografia, marina

13/apr/2012 14.15.41 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tantissime sono le cose da vedere a Barbados ma le sue spiagge di sabbia bianca, lambite da un mare incredibile e punteggiate da alte palme da cocco, sono tra le sue attrazioni più apprezzate. Silvia di CartOrange ci da alcuni consigli sulle spiagge più belle di Barbados

LA COSTA SUD

La costa meridionale è un curioso mix di vari aspetti: più vivace della costa ovest ma allo stesso tempo più tranquilla di quella est, offre attività e spiagge per tutti i gusti nuoto, snorkeling, windsurf, immersioni fra i relitti sommersi e molti altri sport acquatici
La costa meridionale è il centro turistico dell’isola, dove si trovano la maggior parte degli hotel e delle pensioni a prezzi medi. E’ un tratto di costa che va da Bridgetown fino all’aeroporto e offre ai visitatori lunghe e bellissime spiagge di sabbia bianca.

Carlisle Bay. Situata a sud della capitale. Carlisle Bay è una baia molto ampia che accoglie famiglie e appassionati di fitness e nuoto. Ciò che caratterizza in particolare questa baia è la presenza di un gran numero di relitti dove la fauna sottomarina ha trovato dimora, diventando così vere e proprie attrazioni irrinunciabili per i sub. Sulla spiaggia sono a disposizione cabine, servizi e docce.
Da qui, le prime aree turistiche che si incontrano verso est sono Hastings e Rockley. Vi si trovano varie soluzioni di alloggio e alcune belle spiagge molto frequentate la più popolare delle quali è Accra Beach. Rockley Beach è una spiaggia di sabbia bianca affiancata da alberi ombrosi e ricca di chioschi per spuntini e pranzi veloci.

Worthing Beach – Tra Hastings e St Laurence Gap si trova Worthing, ottima base d’appoggio per i viaggiatori più avventurosi ma che desiderano alloggiare in un luogo grazioso e vivace, qui si trovano infatti molte guesthouse a prezzi contenuti oltre che numerosi locali per mangiare. Sandy Beach è la spiaggia prospiciente Worthing, una striscia di sabbia bianca finissima dove nuotare con le tartarughe, avvistare i barracuda e le razze aquila.

St Laurence Gap. Famosa per la sua vivace vita notturna, qui si trovano ristoranti e alberghi a prezzo medio, in riva al mare. Poco più a est si trova Dover Beach, una bella spiaggia che richiama nuotatori provetti e appassionati di body surf e windsurf.

Oistins è forse il villaggio più tipico e pittoresco di Barbados, una cittadina caraibica centro dell’industria ittica dell’isola. La principale attrazione è il suo vivacissimo mercato del pesce che ogni fine settimana ospita feste all’insegna di ottimi piatti di pesce e della musica soca, reggae, calypso per ballare tutta la notte fianco a fianco con i bajan.

Silver Sands. Tra Oistins e l’aeroporto si trova la ventilata Silver Sands, una spiaggia molto animata e fre quentata dagli amanti di kitesurf e windsurf. In gennaio ogni anno si tiene qui il Windsurfing Championship.

Foul Bay. Risalendo verso la costa est si incontra Foul Bay, una bella baia circondata da scogliere bagnate dalle onde dell’Oceano. Qui talvolta le correnti posso essere forti e quindi non è la zona più adatta per snorkeling o nuoto.

Crane Beach si trova a 7 km a est dell’aeroporto ed è ritenuta una delle spiagge migliori dell’isola per le sue acque turchesi, le alte scogliere e la sabbia rosa. Qui si trova il Crane Beach Hotel, da cui si gode di una vista spettacolare sulla baia. La struttura, in una dimora del XVIII secolo è una delle soluzioni più eleganti dell’isola e molto amata soprattutto dalle coppie in viaggio di nozze.

Bottom Bay, considerata da alcuni come la spiaggia più suggestiva dell’isola, è famosa fra tutti i viaggiatori in cerca di paesaggi dal fascino unico e sensuale. La spiaggia si trova in posizione isolata, sulla punta sud orientale dove si infrangono le onde dell’oceano Atlantico che la rendono ancora più affascinante e allo stesso tempo meta perfetta per surfisti e amanti di altri sport acquatici.

LA COSTA OVEST

Sandy lane bay si trova poco a sud di Holetown. Caratterizzata da acque calme, è una baia ideale per nuotare, praticare sci d’acqua, fermarsi con il catamarano. Affacciato su questa bellissima spiaggia e circondato da alberi di mogano è il lussuoso Sandy Lane Hotel che, dalla sua nascita nel 1961, ha conquistato negli anni la reputazione di uno dei migliori resort dei Caraibi ospitando anche molte celebrità. Per la vicinanza della seconda città dell’isola, dalla spiaggia sono facilmente raggiungibili molti locali, dai bar più casual ai ristoranti gourmet.

Mullins beach si trova nel distretto di St Peter. Una bella spiaggia dove godere di un totale relax all’ombra di palme o alberi di Casuarina, tuffarsi nella calme acque del mare o avventurarsi fra le onde a bordo di una moto d’acqua. Il bar della spiaggia è ideale per un drink, uno snack, un pranzo leggero o un cocktail al tramonto. I clienti che noleggiano l’auto a Barbados, a Mullins trovano anche un ampio parcheggio.

Brandons beach si trova fuori Bridgetown, acque calme ma anche molti sport acquatici da praticare. Qui si trovano anche la sede del Malibu Visitor Centre Beach Club che offre diversi pacchetti turistici con visite guidate alla distilleria di rum e tour con pranzo bajan. Diverse attrezzature per sport acquatici come sci nautico, wind surf, kayak sono a disposizione dei turisti oltre a campi di pallavolo, calcio e tennis. Weiser on the bay è il bar-ristorante della spiaggia dove apprezzare l’ottima cucina caraibica da gustare sotto un tetto di palme.

Batts Rock Beach si trova sulla costa occidentale dell’isola a pochi minuti dalla capitale di Bridgetown. E’ una spiaggia completamente pubblica con area pic nic, docce e un piccolo parco giochi per i piccoli. Il mare è calmo e quindi ottimo per nuotare e interessante anche per lo snorkeling grazie ad alcune formazioni rocciose abitate da molti pesci. Tra Batts Rock e un’altra bellissma spiaggia, Paradise beach c’è un piccolo bosco attrezzato con panchine, luogo ideale per un po’ di riposo dal sole o per un pic nic all’ombra.

Folkestone Marine Park: si tratta di circa di una riserva marina con una barriera corallina lunga circa 2 km. E’ un luogo eccezionale soprattutto per i diver per la presenza del Stavronikita, una nave distrutta da un incendio e affondata qui nel 1976 che ora giace a circa 45 metri di profondità. L’immersione è quindi adatta solo a diver esperti. Per chi ama lo snorkeling la barriera corallina del parco, a circa 1 km e mezzo dalla costa è dimora di moltissimi pesci e altre creature marine tutte da ammirare, dagli anemoni ai coralli alle spugne.

LE COSTE EST E NORD

La costa orientale offre paesaggi dai profili frastagliati, un mare inquieto e un’atmosfera ancora autentica. Le spiagge della costa est sono adatte per lunghe passeggiate, per prendere il sole o rinfrescarsi in una della piscine naturali formatesi fra rocce e scogliere. Tutta la costa è poco urbanizzata, vi si trovano principalmente piccoli hotel o guesthouse dove alloggiare.

Martin’s Bay è il luogo ideale dove godere del silenzio e della solitudine di una delle baie più incontaminate della costa orientale. La baia è sede di una piccola comunità di pescatori che gestisce un bar e un ristorante dove gustare vari tipi di pesce e perfino aragoste. Luogo appartato, pesce buono e fresca brezza marina sono gli ingredienti che rendono particolarmente affascinante questa baia.

Bathsheba è un luogo speciale, puntellato di basse colline e formazioni rocciose. Cosa fare qui? Visitare il villaggio, chiacchierare con la gente del posto, cercare un buon posto per il pranzo, ammirare i pescherecci, scoprire le grotte, riposarsi all’ombra degli alberi di uva marina, raccogliere pietre e conchiglie. La leggenda narra che Bathsheba, la moglie del re Davide, si bagnasse con latte per mantenere soffice e bellissima la sua pelle. Si dice oggi che il mare di questa spiaggia, ricco di minerali, sia come il bagno di Bathsheba, salutare e benefico. Respirare l’aria marina e immergersi nelle Bathsheba Pools è il modo migliore per tonificare corpo e mente. Il paesaggio è mozzafiato, spiagge ampie circondate da una costa irregolare di sorprendenti formazioni rocciose contro le quali si infrangono le onde dell’oceano formando cascate di schiuma.

Al largo della spiaggia di Bathsheba c’è il Soup Bowl, un famosissimo break, una delle onde migliori dei Caraibi. Non un posto per principianti! Il Soup Bowl infatti ospita i campioni mondiali di surf in occasione dei campionati internazionali che si svolgono in novembre, quando le onde dell’oceano raggiungono altezze imponenti.

Cattlewash si trova a nord di Bathsheba. E’ un’area popolare fra gli stessi bajan che vi si rifugiano soprattutto nei mesi estivi. Le correnti sono piuttosto forti in quest’area per cui non è consigliabile il bagno in mare, tuttavia vi sono numerose piscine naturali circondate dalle rocce dove potersi immergere in sicurezza.

Presso la costa nord, nel distretto di St Lucy le spiagge principali sono Cove Bay e River Bay. La prima, forse una delle meno note dell’isola è di gran lunga uno dei luoghi più suggestivi. I visitatori potrebbero pensare di trovarsi in un altro mondo per la vista delle scogliere battute dal vento e praterie che rendono il paesaggio davvero sbalorditivo.

Carlisle Bay Worthing Beach St Lawrence Silver Sands Crane Beach Bottom bay Sandy Lane Bay Mullins beach Brandons Beach Batts Rock Martin's bay Bathsheba Cattle wash Barbados1


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl