*IL PRIMO GIOCO DA TAVOLA FORMATO AR-RIVISTA*

Proseguendo fino al numero 28, si incontra un

21/mar/2006 14.43.10 http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/ Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Articolo consultabile gratuitamente sul magazine satirico di comunicazione televisiva http://digilander.libero.it/kunt_a_kinte/
 
 
E' proprio il caso di dirlo: una ne fa e cento ne pubblica.
Stiamo parlando di Sandro Mayer, il magnate più lungimirante del firmamento "settibanale".
Dopo l'inchiesta-scandalo sulle mestruazioni e "l'appassionante" Storia di Dio, arriva su "Di Più" la trovata del secolo: il gioco dell'oca in versione vip. L'idea è machiavellica, un escamotage commerciale semplicemente geniale per prendere "due piccioni con una fama".
Un'idea così vincente, tant'è vero che i diritti sono riservati e protetti dal copyright, da poter diventare un trash-format domenicale.
Tra una casella e l'altra del serpentone, infatti, c'è spazio per la marketta a favore dei prediletti o la visibilità a beneficio dei reietti. Prendiamo ad esempio qualche frase collocata in corrispondenza dei coloratissimi numeri del gioco. Per chi dovesse finire alla casella 9, c'è nientepopodimenoche Max Bertolani, il tutto muscoli e zero neuroni più famoso dello showbiz, che, oltre al danno celebrale, ti dà pure la beffa, obbligandoti al 'Fermo un giro' con tappa obbligatoria in palestra.
Ma c'è di più: se ti imbatti in Milena Miconi alla casella 21, udite udite, ti denuncia al marito carabiniere facendoti tornare alla partenza.
Proseguendo fino al numero 28, si incontra un Commissario Rex più cattivo che mai, pronto ad afferrarti la scarpa e a farti perdere un turno. Ma mai punizione fu più inclemente di quella dell'integerrimo Kledy: siccome non sai ballare, ti rimanda alla scuola di ballo n°7 per prendere ripetizioni con Lorena Bianchetti.
Questo non è un gioco come un altro, ma un meticoloso ripasso per chi si sia perso le puntate precedenti dell'arrivista più soappistica della storia. Inciuci, tradimenti, rivelazioni, promozione di spettacoli autoprodotti come il reiterato Bivio D'Amore con Patrizia Pellegrino, tutto questo riassunto in un innocente passatempo per desperate housewives, eventualmente da alternare al poker del cinque.
Ma, tra sconcertanti assurdità e demenzialità in piena regola, incombe la sviolinata più rivoltante. Alla casella 49 "Costanzo ti vuole bene" e ti manda al n°58, mentre alla numero 99 ti protegge dalle grinfie di Liorni e del suo minaccioso monito "Sei stato eliminato".
Più che dell'oca, è il gioco dell'ossequio (che, in tema di protezioni televisive, è quanto mai realistico)...

Lucas

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl