21 marzo Caserta - Giornata nazionale della Legalità , il ricordo di Don Giuseppe DIANA .

Allegati

22/mar/2006 09.15.59 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
                          21 marzo 2006 Caserta 
      Auditorium Provinciale "Giornata nazionale della Legalità 
                    " gemellaggio Caserta - Locri "
                il ricordo di Don Giuseppe DIANA .
 
                                                         
                                                     (nella foto d. Peppino Diana)


''La primavera sta per fiorire. Il 21 Marzo, oltre a segnare l'entrata della stagione primaverile, ha segnato anche l'undicesima giornata nazionale antimafia dell'impegno e della memoria". Promossa dagli assessori provinciali alla pubblica istruzione e alla legalità Enrico Milani e Lucia Esposito, principali registi dell'iniziativa, quest'anno si è  svolta un' importante iniziativa presso l' auditorium provinciale, dove ha avuto luogo il gemellaggio tra gli studenti del liceo classico "Ivo Oliveti " di Locri, protagonisti in Calabria del movimento di ribellione civile contro la 'ndrangheta e gli studenti delle scuole di Caserta. La rappresentante della scuola di Locri Martina Raschillà  ha così epresso:" L' essere insieme non diventa solo gesto simbolico, ma impegno vero. Noi siamo una forza e insieme riusciremo a cambiare le cose!" Alla sua testimonianza è seguita quella della sua compagna Giulia Lombardo, che ha spiegato la storia del movimento antimafia: "Il nostro movimento contro la 'ndrangheta è nato spontaneamente lo scorso ottobre 2005 quando ci siamo ritrovati nella piazza di Locri, di lì abbiamo ripreso a incontrarci, a promuovere iniziative, costruito un sito internet con un forum aperto a tutti (www.ammazzatecitutti.org)". Le due rappresentanti della scuola di Locri hanno poi sottoscritto un patto di gemellaggio con gli studenti rappresentanti delle scuole della provincia di Caserta, nel quale si legge :"I giovani di oggi, col vivo desiderio di realizzare una società autenticamente democratica, si impegnano singolarmente e comunitariamente al rispetto del Principio di Legalità nella sua accezione più ampia. Ciascuno nel proprio territorio cercherà di combattere qualsiasi forma di illegalità". Questo, in sintesi, il patto che, ieri, hanno sottoscritto gli studenti di Locri e quelli della provincia di Caserta. Due realtà territoriali ferite dalla criminalità organizzata: la Calabria di Francesco Fortugno e la Campania di don Peppino Diana. Sempre la provincia nell'ambito della manifestazione dedicata alla legalità nella giornata della memoria e dell'impegno, in veste del Presidente Sandro  De Franciscis, ha ricordato con un momento di silenzio  tutte le vittime delle mafie e poi con un video la memoria di don Peppino Diana, parroco di Casal di Principe(Ce) ucciso dalla camorra la mattina del 19 marzo 1994, giorno del suo onomastico, nella sagrestia della sua chiesa, alcuni minuti prima che celebrasse messa. Difensore della giustizia, voce che condannava l'illegalità e il crimine, don Peppino Diana,  pagò con la propria vita la scelta di un impegno a servizio dei diritti del suo popolo. Martire per la pace, il suo testamento d'amore è ancora vivo, attraverso i tanti scritti, parole e discorsi che ora più che mai, continuano a rifulgere di profezia, perché mirati a colpire e convertire direttamente il cuore dell'uomo. A don Diana, la cantautrice di pace Agnese Ginocchio, che ha dato il benvenuto  introducendo la manifestazione provinciale con  le sue note di pace e nonviolenza, ha dedicato una canzone : 'Ama il prossimo', un messaggio di cultura per la pace, la legalità e la nonviolenza. La cantante della pace, in rappresentanza dei movimenti per la pace e la legalità della nostra provincia, prese parte alla  marcia nazionale antimafia della legalità e della speranza che si svolse il 4 novembre scorso a Locri(Cosenza). Sono seguiti poi i saluti degli assessori provinciali alla pubblica istruzione e legalità Enrico Milani e Lucia Esposito; del dirigente  del Csa Antonio De Angelis ; del Presidente della provincia di Caserta Sandro De Franciscis (che ha incitato i giovani a creare una rete di solidarietà) .Inoltre i rappresentanti delle Sssociazioni : "Siani" Stella Eisemberg; "Libera" Mariella Natale; "Acli" provinciali Michele Zannini; "Cidi" Rea; "don Peppino Diana" Salvatore Cuoci ..

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl