Dark Shadows: una nuova collaborazione tra Tim Burton e Johnny Depp

Dark Shadows: una nuova collaborazione tra Tim Burton e Johnny Depp.

Persone Angelique Bouchard, Eva Green, Helena Bonham Carter, Michelle Pfeiffer, Barnabas Collins, Johnny Deep, Johnny Depp
Luoghi Stati Uniti d'America
Argomenti cinema, teatro, spettacolo

02/mag/2012 11.00.34 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Tim Burton e Johnny Deep

L’11 maggio in contemporanea con gli Stati Uniti uscirà Dark Shadows, frutto di una nuova grande collaborazione tra i due giganti del cinema: Tim Burton e Johnny Depp. Il film, tratto da una soap opera gotica molto popolare andata in onda tra il 1966 e il 1971 negli Stati Uniti, vede l’attore vestire i panni di Barnabas Collins: un uomo destinato dalla maledizione di una strega, per averle spezzato il cuore, ad essere un vampiro ed essere seppellito vivo.

Barnabas verrà svegliato involontariamente dalla sua tomba due secoli dopo nel 1972 e scoprirà che il suo mondo è completamente cambiato.

 La collaborazione tra Burton e Depp è sempre stata di grande successo, grazie alla grande abilità  del regista nell’affrontare temi fiabeschi, gotici, sempre con una grande creatività e forza emotiva, affiancata alla capacità dell’attore di immedesimarsi in modo eccellente nei ruoli che Burton gli ha assegnato, copione dopo copione.

Siamo giunti qui alla loro ottava collaborazione, e dobbiamo attendere ancora poco per scoprire se avrà altrettanto successo come le precedenti.

Nel cast, oltre a Johnny Depp, troveremo Michelle Pfeiffer, Helena Bonham Carter (altra musa di lunga data del regista) e la splendida Eva Green, che ha già sfoggiato bellezza e talento in The Dreamers e Agente 007 – Casino Royal, e qui interpreta la strega Angelique Bouchard.

Guardiamo insieme il trailer:

Non lasciamoci però trarre in inganno dal tono leggero di questo video promozionale. Lo stesso Burton ci ha tenuto a precisare che il film non è una commedia.

Gli spunti comici, che appaiono nel trailer, sono dettati da esigenze di sceneggiatura, ma non dominano l’opera nel suo complesso. Il primo impatto del vampiro Barnabas con le stranezze della società degli anni ’70 (la televisione, le ragazze in minigonna, le automobili…) può far ridere, ma il copione resta comunque melodrammatico, gotico e horror.

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl