Randstad Italia

27/mar/2006 07.00.04 AIDA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

2006 all’insegna dello sviluppo territoriale per Randstad Italia:

prevista l’apertura di 20 nuove filiali

 

Forte degli ottimi risultati ottenuti nel 2005 sia a livello globale che nazionale, la filiale italiana del Gruppo Randstad punta allo sviluppo territoriale in particolare nelle regioni del Centro, attraverso l’apertura ravvicinata di 5 nuove filiali, cui ne seguiranno altre 15 in tutta Italia entro la fine del 2006.

 

Milano, 27 - Procede con il vento in poppa l’espansione delle attività italiane della multinazionale olandese Randstad, uno dei maggiori player mondiali nel settore delle risorse umane, della somministrazione di manodopera e dei servizi alle imprese.

Dopo aver chiuso il 2005 con un fatturato di 187.6 milioni di Euro (+21% vs 2004), per il 2006 Randstad Italia si concentra sugli obiettivi di crescita nelle regioni del Centro, preparandosi a dispiegare in tempi brevissimi un reticolo di nuove filiali territoriali.

Nei prossimi tre mesi, infatti, la struttura italiana guidata dall’A.D. Marco Ceresa ha in programma l’apertura di 5 nuove filiali tra Liguria (La Spezia), Toscana (Livorno), Marche (Macerata e Ascoli Piceno) e Abruzzo (Avezzano), cui ne seguiranno altre 15 in tutta Italia, per un totale di 20 nuove aperture pianificate entro la fine del 2006.

 

La volontà di Randstad Italia di puntare sulle regioni del Centro trova spiegazione nell’alto potenziale di sviluppo di quest’area, dove la domanda e l’offerta di lavoro stanno sempre più orientandosi verso lo strumento dei contratti di somministrazione e dove il giro d’affari delle filiali Randstad già operative cresce mediamente ad un tasso del 30% annuo.

 

Randstad è in crescita ovunque nel mondo e, grazie anche alla sua solidità finanziaria, dispone delle risorse per portare avanti una dinamica strategia internazionale d’espansione attraverso le sue filiali territoriali” afferma Marco Ceresa, Amministratore Delegato di Randstad Italia. “Nel nostro Paese, Randstad ha ottenuto risultati eccellenti, rispettando e in molti casi superando gli ambiziosi obiettivi che ci eravamo posti in termini di sviluppo della rete commerciale, di incremento di fatturato e di visibilità del marchio. Nei primi mesi del 2006 il nostro fatturato è cresciuto mediamente del 35% rispetto al 2005 e siamo convinti che il mercato continuerà a svilupparsi specialmente nelle regioni del Centro Italia. Per questo siamo pronti ad investire nel rapido potenziamento della nostra rete in quest’area.

 

La strategia di sviluppo di Randstad Italia si inserisce in un quadro che vede tutta la holding Randstad crescere ed espandersi a livello internazionale. Nel corso del 2005 il Gruppo olandese ha registrato infatti incrementi record sia di fatturato (6.638,5 milioni di €, +15% sul 2004) che del numero di lavoratori somministrati (in media 254.000 al giorno) e ha ampliato la sua presenza internazionale attraverso una politica di acquisizioni mirate in India, Belgio, Olanda, Germania e Regno Unito.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl