Come funziona la fase di crociera della Dieta Dukan

Come funziona la fase di crociera della Dieta Dukan.

Organizzazioni Partito Pololare
Argomenti alimenti, gastronomia, industria alimentare, dietetica

11/mag/2012 09.49.04 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Fase di Crociera è la seconda delle 4 fasi della Dieta Dukan. Durante la fase di crociera si raggiunge il peso ideale. Il periodo di durata di questa fase è quindi variabile e dipende dal totale di chili che si devono perdere e dalla capacità individuale di smaltire grassi. Durante la fase di crociera si perde circa da un chilo ad un chilo e mezzo a settimane.

In seguito alla Fase di Attacco che prevede un tipo di alimentazione completamente proteica basata su 72 dei cento alimenti permessi nella Dieta Dukan, nella fase di crociera vengono introdotte anche le 28 verdure. La dieta in questa fase prevede un’alternanza di giornate in cui si assumo solo pure proteine (chiamate giornate PP) e giornate in cui si assumono proteine e verdure (chiamate giornate PV). La frequenza può essere di 1/1 (cioè un giorno PP alternato ad un giorno PV) o 3/3 oppure 5/5. Questa alternanza favorisce la perdita di peso perché consente di diminuire il senso di fame. Questa fase sarà necessariamente lunga in quanto il corpo deve abituarsi al passaggio dal vecchio al nuovo regime alimentare e trovare un suo equilibrio, per poter poi passare alle due fasi successive della Dieta Dukan: la fase di consolidamento e la fase di stabilizzazione.

REGOLE FONDAMENTALI DELLA FASE DI CROCIERA

  • Continuare a bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno, preferibilmente acqua a basso contenuto di sale. Sono accettate anche tisane, the, caffè e bevande light 0% senza l’aggiunta di zuccheri;
  • Svolgere almeno 30 minuti di allenamento ogni giorno, anche una semplice camminata;
  • Continuare a mangiare almeno due cucchiai di crusca d’avena ogni giorno, da emulsionare nello yogurt o sciogliere nel latte. Andrebbe consumata a colazione o comunque non oltre le 16.
  • La cottura degli alimenti deve essere sempre alla griglia, bollito, al vapore, al forno

ALIMENTI CONSENTITI NELLA FASE DI CROCIERA

  • Pollo, coniglio e tacchino (esclusa la pelle e le ali). No l’anatra;
  • Prosciutto cotto magro;
  • Manzo (eccezion fatta per costata e lombata), vitello, cavallo cotti alla griglia o arrosto senza l’aggiunta di condimenti grassi;
  • Condimenti: no ad olio e burro, sì a senape, yogurt, aceto e limone;
  • Pesce e frutti di mare (tranne quello in scatola);
  • Molluschi e crostacei;
  • Uova (fino a due al giorno). Attenzione però al colesterolo;
  • Prodotti lattiero-caseari con basso contenuto di grassi come yogurt, formaggi freschi e spalmabili senza grassi;
  • Verdure di tutti i tipi, crude o cotte, senza limiti di quantità come melanzane, bietole, asparagi, broccoli, funghi, cavolo, zucchine, spinaci, finocchi, cipolle, pomodori e peperoni.  Ad eccezione di: farinacei (patate, riso, mais, piselli, fave, ceci, fagioli, lenticchie), avocado, carciofi, scorza nera;
  • Tollerati a patto che non vengano mangiati in ogni pasto le barbabietole, i carciofi e le carote;
  • Aceto, senape, spezie, erbe aromatiche, aglio, cipolla;
  •  Tè, caffè, tisane e limone;
  • ketchup (con moderazione);
  • Gomme da masticare senza zucchero

COSA EVITARE NELLA FASE DI CROCIERA

  • Sono vietati tutti i tipi di frutta ed i carboidrati
  • Sono da evitare cibi come legumi, patate, piselli, carciofi, fave, ceci, avocado, carciofi, scorza nera
  • Non mangiare zucchero ma sostituirlo con aspartame
  • Non si può utilizzare lo strutto e i grassi


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl