comunicato stampa albergo diffuso

Nato negli anni '80 nel Friuli, dopo il terremoto, per rilanciare l'offerta turistica riutilizzando gruppi di casolari abbandonati o semidistrutti, l'albergo diffuso ha iniziato poco alla volta ad essere presente in alcune realtà regionali italiane sino ad essere inserito nei pacchetti di alcuni tour operator.

29/mar/2006 04.26.30 Dino Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

Passa dal Molise lo sviluppo dell’ ”Albergo Diffuso”

La sfida raccolta dalla piccola Regione dell’Italia centro-meridionale ha previsto il recupero di edifici e borghi rurali o di interesse storico-architettonico, trasformati in residenze suggestive per un turismo alternativo e naturale

Campobasso 29 marzo 2006 - Se l’agriturismo è bello, ma fuori città, e il Bed&Breakfast obbliga a soggiornare in casa d’altri, l’albergo diffuso propone una valida e interessante alternativa al turismo tradizionale. Si tratta infatti di una soluzione, altamente competitiva, caratterizzata dalla disponibilità di alloggi di varie dimensioni situati all’interno di antichi borghi di particolare interesse storico, artistico e culturale, nonché paesaggistico, completamente ristrutturati e dotati di ogni comfort e dei servizi alberghieri tipici: ristorazione, reception, servizi di pulizia e assistenza.
In pratica è il borgo, con le sue strutture, a diventare albergo: l’alloggio è posto in un edificio che è attiguo al ristorante o al bar che fungono da sala lunch e breakfast, quindi ai locali della reception e a tutti gli altri servizi essenziali per un piccolo centro: bar, tabaccheria, farmacia etc.

L’idea di base è che gli ospiti -che possono anche usufruire di convenzioni per escursioni guidate del territorio circostante, per visite didattiche a fattorie e botteghe artigianali, o per l’uso di aree attrezzate, dalla piscina al maneggio, per la pratica di sport - più che avventori di passaggio di un albergo, siano per qualche giorno parte di un piccolo centro, con la possibilità di utilizzarne i servizi e di allacciare rapporti interpersonali con i suoi abitanti.

Nato negli anni ’80 nel Friuli, dopo il terremoto, per rilanciare l’offerta turistica riutilizzando gruppi di casolari abbandonati o semidistrutti, l’albergo diffuso ha iniziato poco alla volta ad essere presente in alcune realtà regionali italiane sino ad essere inserito nei pacchetti di alcuni tour operator. Ora, da idea esclusivamente italiana, sta per trasformarsi in parte essenziale di un progetto turistico su scala europea.

Il Molise, grazie ad un progetto del “Patto territoriale del Matese” - nel cui comprensorio ricadono i territori dei comuni dell’area centrale della regione - ha fatto propria questa esperienza per un vero e proprio rilancio dello sviluppo dell’albergo diffuso. Grazie all’assenza di grandi impianti industriali, ad un tessuto sociale sostanzialmente sano e a bassa criminalità, alla sua favorevole conformazione geografica, prevalentemente montuosa e collinare e, al contempo, vicina al mare, e alla bellezza e rilevanza storico-architettonica dei suoi numerosi borghi di origine medievale, il Molise è infatti il territorio ideale per forme di turismo alternative. Botteghe di artigianato che riprendono antiche lavorazioni soprattutto del metallo e del legno, una gastronomia locale che fa perno su prodotti tipici dell’area, presenza di giacimenti paleontologici e archeologici, completano un quadro decisamente interessante per chi ama l’arte, la buona tavola, la storia e la natura.
Soluzioni di albergo diffuso sono già operative in alcuni centri ricadenti nell’area del “Patto Territoriale del Matese” : Frosolone, Sepino, Casalciprano, Ferrazzano, Castropignano, Montagano, Mirabello Sannitico, Cercepiccola, Ripalimosani, Jelsi, Duronia, Campobasso. In “lista di attesa” tutti gli altri comuni dell’area del “Patto”.
Le strutture ricettive, in alcuni casi ricavate in immobili di alta valenza storica (palazzi signorili, castelli trasformati in residenze baronali etc.) sono state ristrutturate nel pieno rispetto delle proprie caratteristiche e arredate con mobili conformi allo stesso gusto architettonico dell’edificio.

Per nformazioni alla stampa
Dino Incollingo
388 6151807

________________________________________________________________________
SERVIZIO VOICE: TELEFONA e INVIA SMS dal tuo computer a tariffe vantaggiose!
Scopri come telefonare e videochiamare gratis da pc a pc.
http://voice.repubblica.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl