Ristrutturazioni edili: il bonus potrebbe salire dal 36 al 50%

Ristrutturazioni edili: il bonus potrebbe salire dal 36 al 50%.

Persone Corrado Clini, Corrado Passera
Organizzazioni Consiglio dei Ministri
Argomenti economia, politica, ministeri, lavoro, finanza, commercio

05/giu/2012 17.48.58 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il bonus per chi effettua interventi di ristrutturazione edilizia potrebbe salire dall’attuale 36% al 50% dell’importo: la proposta sarà avanzata dal Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera al consiglio dei ministri, che entro questa settimana dovrebbe discutere del cosiddetto “Decreto Crescita”, secondo quanto riporta il Corriere dell Sera.

L’aumento della percentuale di spesa detraibile per chi effettua ristrutturazioni è uno dei provvedimenti che il settore edile (Ance in testa, ma anche artigiani, cooperative e sindacati) ha chiesto con più forza in questi mesi. Secondo il decreto proposto e firmato da Passera si estenderebbe inoltre il limite d’importo detraibile dagli attuali 48mila euro a 96mila euro. Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini starebbe pensando di confermare l’estensione degli incentivi anche alle ristrutturazioni con criteri anti-sismici.

Altre novità riguardano gli incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici. La buona nuova è che il sistema degli incentivi, che ora viene rinnovato di anno in anno, dovrebbe finalmente entrare a regime. C’è però discussione, tra i ministri, sulla possibilità di abbassare la percentuale dall’attuale 55% al 50%. Inoltre, il governo sta pensando di sospendere l’Imu sulle abitazioni di nuova costruzione per i primi 3-5 anni.

Il decreto, così come presentato, darebbe una bella boccata di ossigeno al settore edile, che ora naviga in acque pessime: alcune stime parlano della possibilità di creare 25mila nuovi posti di lavoro, con un investimento da parte dello Stato in fin dei conti limitato e di sicuro ritorno. Inoltre, gli interventi prospettati riguardano perlopiù i settori che hanno un impatto positivo a livello ambientale, cioè le ristrutturazioni edili, la messa in sicurezza delle strutture contro i terremoti e le riqualificazioni energetiche: un motivo in più per sostenere il decreto e sperare in una sua rapida approvazione.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl