Il Settebello pronto per la World League ad Almaty

Trascorse due settimane dall'inizio della preparazione olimpica, il Settebello lascia il centro federale di Ostia con destinazione Almaty, per la fase finale della World League di pallanuoto.

Persone Filippo Gomez, Roberto Petronilli, Gianni Fedele, Bruna Rossi, Gianfranco Colombo, Massimiliano Sarti, Alessandro Amato, Francesco Attolico, Amedeo Pomilio, Alessandro Campagna, Marco Del Lungo, Stefano Luongo, Federico Lapenna, Matteo Aicardi, Goran Volarevic, Massimo Giacoppo, Daniel Premus, Arnaldo Deserti, Stefano Tempesti, Giacomo Pastorino, Niccolò Gitto, Alex Giorgetti, Deni Fiorentini, Pietro Figlioli, Niccolò Figari, Maurizio Felugo, Tamas Marcz, Valerio Rizzo, Amaurys Perez, Valentino Gallo, Christian Presciutti, Sandro Campagna
Luoghi Italia, Australia, Cina, Spagna, Savona, Cosenza, Brescia, Brasile, Croazia, Kazakistan, Stati Uniti d'America, Alma-Ata, Bogliasco, Recco, Ostia
Organizzazioni World League, Alleanza Nazionale
Argomenti sport, pallanuoto

11/giu/2012 09.29.43 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

il settebello alla world league 2012

Trascorse due settimane dall’inizio della preparazione olimpica, il Settebello lascia il centro federale di Ostia con destinazione Almaty, per la fase finale della World League di pallanuoto.
Il commissario tecnico Sandro Campagna ha diramato le convocazioni che comprendono quindici giocatori: Christian Presciutti (AN Brescia), Valentino Gallo e Amaurys Perez (CN Posillipo), Valerio Rizzo (Carisa Savona), Tamas Marcz (Carpisa Yamamay Acquachiara), Maurizio Felugo, Niccolò Figari, Pietro Figlioli, Deni Fiorentini, Alex Giorgetti, Niccolò Gitto, Giacomo Pastorino e Stefano Tempesti (Ferla Pro Recco), Arnaldo Deserti (RN Bogliasco), Daniel Premus (Jadran Herceg Novi).
Non convocati Massimo Giacoppo, Goran Volarevic, Matteo Aicardi, Federico Lapenna, Stefano Luongo e Marco Del Lungo.

 

“E’ stato difficile lasciare fuori sei giocatori in questo momento della preparazione – spiega Campagna -. Tutti avrebbero meritato di giocare la finale della World League. Al torneo di Cosenza saranno diciotto ed effettuerò una prima reale selezione”.

La delegazione italiana è partita ieri dall’aeroporto di Fiumicino e rientrerà lunedì 18 giugno. Esordio contro la Cina martedì 12 giugno alle ore 14,50 locali (+4 ore in Italia), poi l’Italia affronterà Kazakhstan (13 giugno) e Stati Uniti (14).

 

“La fase finale della World League rappresenta un primo test del percorso di avvicinamento alle Olimpiadi – continua Campagna -. E’ un appuntamento ufficiale e, malgrado i carichi di lavoro, punteremo a conquistare una medaglia. In questa prima fase di preparazione abbiamo lavorato con intensità, dedicando più tempo alla preparazione fisica e alla struttura del nostro gioco. Ora abbiamo l’occasione per provare quanto simulato in allenamento in partite ufficiali. Nelle prime partite potremmo soffrire fisicamente, perché pieni di lavoro; conto di crescere nel corso del torneo”.

Lo staff è composto, oltre che da Alessandro Campagna, dall’assistente Amedeo Pomilio, dal team manager Francesco Attolico, dal preparatore atletico Alessandro Amato, dal fisioterapista Massimiliano Sarti, dal medico Gianfranco Colombo, dalla psicologa Bruna Rossi, dall’assistente videoanalisi Gianni Fedele, dal dirigente accompagnatore Roberto Petronilli. L’arbitro al seguito è Filippo Gomez.
L’altro girone è composto da Brasile, Croazia, Australia e Spagna.

Venerdì 15 si disputeranno i quarti di finale, sabato 16 le semifinali, venerdì 17 le finali.

L'articolo originale lo trovi sul sito di LGS gets into the game


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl