Sei dritte per scegliere gli accessori hi-tech

19/giu/2012 16.00.53 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Prima di comprare un accessorio hi-tech, si devono fare le dovute ricerche e comparazioni. Ma, a parità di prezzo, quali caratteristiche è meglio favorire? Posto che il compromesso non è impossibile, vi diamo alcune dritte, ispirate da questo articolo del NYTimes.

Se state pensando di cambiare il pc, date peso più alla memoria che alla velocità. Nella maggior parte dei casi, sarà possibile aumentare la RAM cambiando gli slot di memoria con poco impegno (sia monetario che manuale), per avere un computer più rapido e performante.

Se invece dovete valutare a quale offerta di telefonia aderire, siate realistici: mandate sicuramente molti più sms, di quanti minuti di chiamata riusciate ad accumulare. Perciò, tra le offerte commerciali scegliete quelle che prevedono un alto numero di sms compresi (meglio se verso tutti i gestori). Restereste sorpresi nel conoscere il numero esatto di minuti di conversazione consumati in un mese…

Veniamo ora alle fotocamere digitali: non sono i megapixel a determinare la qualità dell’immagine, bensì la dimensione del sensore. L’ambiguità sta nel fatto che i produttori indicano con criteri differenti la dimensione del sensore. Su questo sito, si possono comparare facilmente diverse marche.

Se volete investire sui vostri dispositivi mobile, più che riempirvi la memoria con applicazioni di dubbia utilità, prendete in considerazione l’idea di mettere due soldi in una garanzia. Smartphone, tablet e blackbarry non sono proprio regalati e sono tutt’altro che indistruttibili, quindi un’estensione della garanzia sull’hardware potrebbe venire utile.

Vale la pena spendere qualche soldo in più per televisore dallo schermo più grande, ma non per uno con molti Hertz. Gli Hertz misurano la velocità di refresh rate, per cui un apparecchio a 60 Hz si aggiorna 60 volte al secondo, mentre uno a 240 Hz lo fa 240 volte al secondo. Davvero difficile percepire la differenza, mentre guardiamo un programma in tv.

Ancora su questo tema:  acquistate dei buoni componenti (display, casse, etc…), ma non fatevi abbindolare con cavi deluxe o ultraveloci: sono soldi buttati. Anche se al negozio cercheranno di convincervi che sono indispensabili, girate i tacchi. Il vostro media center domestico non ne sentirà la mancanza.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl