Com 1g

75 ballerini  con étoiles provenienti da grandi teatri non solo europei, 40

Allegati

25/apr/2006 05.43.44 media_round Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

IL FUTURO IN BALLO  - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DANZA

NEL NOME DEL COREOGRAFO DELLE CORTI DEL 400 UN PREMIO ALLA RICERCA

 

PESARO: 27, 28, 29, 30 aprile

 

75 ballerini  con étoiles provenienti da grandi teatri non solo europei, 40 relatori tra cui esperti di danza, direttori di compagnie e di teatri italiani e stranieri, 300 convegnisti, curatori e collaboratori (per un totale di altri 30 partecipanti): questi i  numeri della prima edizione di Biennale Danza e Italia che inizia il 27 aprile a Pesaro con le semifinali del Premio Guglielmo Ebreo riservato a giovani coreografi indipendenti, prosegue con il convegno “Il futuro in ballo” dal 28 al 30 aprile.

Il 29 aprile, al Teatro Rossini,  in occasione della Giornata Internazionale della Danza, avrà luogo la serata di premiazione ed esibizione dei vincitori del concorso e il 30 aprile il Gala di chiusura della manifestazione, con la partecipazione di star internazionali della danza classica e contemporanea di grandi compagnie come il  Royal Ballet di Londra e l’ Opèra National in Paris, inclusi  Viviana Durante, Talia Paz, Alina Cojocaru, Daniela Buson, Belén Lòpez, Johan Kobborg, Eric Vu An, Alessio Carbone, Vladimir Derevianko, Ma Cong,  i danzatori del Ballet Biarritz e dell’ Aterballetto con una nuova coreografia di  Mauro Bigonzetti. Altre iniziative, come la H.U.B. (Human Urban Body con performance di danza urbana), incontri e masterclass, completano il programma.

Il collante di questa manifestazione, creata da Antonio Cioffi, membro del Consiglio Internazionale della Danza CID-UNESCO, con il “madrinato” di Viviana Durante e la direzione artistica di Luciano Cannito, è nell’esigenza di fare il punto su tre nodi della crescita culturale del nostro paese: produzione, distribuzione e formazione con attenzione alla scena indipendente e la scena internazionale. Il primo obiettivo della manifestazione è già raggiunto con il concorso del Premio Ebreo, con i premi in denaro da assegnare ai vincitori (circa 18 mila euro) come incentivo e sostegno alle loro creazioni a cui i partner europei daranno opportunità di circuitazione, con l’Aterballetto che si è impegnato anche in una commissione d’opera da inserire nel proprio repertorio, il secondo è quello del convegno – organizzato in collaborazione con Federdanza / AGIS:  stimolare una riflessione globale e critica sulla situazione della danza e dello spettacolo in Italia, in rapporto anche a quanto succede in altri paesi europei. Riflessioni che si terranno alla luce della finanziaria varata dal Governo e considerando il ruolo delle Regioni nel sostenere la cultura, risorsa fondamentale ed insostituibile per la crescita sociale e civile di una popolazione. La cultura può essere considerata un bene economico capace di generare ricchezza per il territorio? Docenti ed esperti risponderanno a questo e ad altri quesiti, argomentando su temi che coinvolge anche il ruolo dei teatri, degli artisti, degli operatori, dei critici e dell’informazione televisiva, il rapporto della danza con lo sport, il ruolo delle scuole, dell’Accademia, delle regioni  e della formazione in generale,  il tutto rapportato all’attività di paesi come: Germania, Repubblica Ceca, Croazia, Francia, Paesi Baschi, Serbia, Spagna, Canada, Svezia e Portogallo.  Compito specifico del convegno sarà quello di arrivare ad un documento finale, che sarà soprattutto propositivo, poiché indicherà possibili soluzioni o miglioramenti per il settore della danza.

 

 

 

Partner

Fondazione Nazionale della Danza – Aterballetto, Reggio Emilia,Centre Chorégraphique National Ballet Biarritz, Biarritz, Francia, Festival Le Temps d’Aimer, Biarritz, Francia, Dantzaz, San Sebastian, Spagna, Dance Week Festival, Zagabria, Croazia

 

Collaboratori artistici Bruce Michelson  (Premio Guglielmo Ebreo) , Roberto Casarotto (H.U.B. Human Urban Body)

 

Luoghi della Biennale: Palazzo Gradari (Convegno) – Teatro Rossini (Serata Giornata Internazionale della Danza – Finale Premio Guglielmo Ebreo) – Centro storico (H.U.B. Human Urban Body)



 

Comunicazione: Gianna Volpi 338 6425492

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl