Casa aromatica fai da te – il pot pourri umido

20/lug/2012 11.46.56 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Abbiamo già visto insieme la preparazione del pot pourri secco, eccellente idea regalo e gradevole profumatore per la casa. I suoi aromi, però tendono a non essere molto durevoli nel tempo: per ravvivarli è necessario mescolare alla composizione nuovi petali, frutti e legni essiccati, oppure qualche goccia di olio essenziale.

Per stare tranquilli più a lungo, possiamo preparare il pot pourri umido, che assicura una profumazione più persistente rispetto a quello secco, ma è un po’ più lungo e complesso da creare. La prima cosa di cui bisogna dotarsi sono prodotti di ottima qualità: petali di fiori integri, foglie aromatiche, legni, bacche, spezie e bucce (come per la versione secca), fissativi e olii essenziali (da acquistare in erboristeria). Il fissativo è indispensabile per prolungare nel tempo l’aroma della composizione, mentre l’olio essenziale lo rende più intenso e armonico.

Fai appassire mezzo chilo di petali di fiori, adagiandoli in una ciotola con i bordi alti,  a strati alternati con 175 g di sale grosso. Copri con un piatto e qualcosa di pesante (tipo sassi o un dizionario), per pressare gli strati e favorire l’uscita dei liquidi che si formeranno. Deve riposare 40 giorni in un luogo fresco e con poca luce. Ricordati di mescolare di tanto in tanto e di scolare via il liquido profumato.

Trascorso questo tempo, riduci in polvere con mortaio e pestello (o un mixer) 25 g di spezie a scelta e 25 g di b. Quindi unisci il trito ai petali macerati e aggiungi 4 gocce di olio essenziale, tra gli aromi che meglio si addicono ai petali utilizzati.

Mescola bene con un cucchiaio di legno e metti a riposare per un paio di settimane al buio, dentro a un barattolo di vetro a chiusura ermetica, da shakerare due-tre volte a settimana. Ed ecco che il composto è pronto per profumare la casa.

Se il pot pourri secco “fa arredamento”, nel senso che è gradevole da vedere e può stare in bella vista in salotto in una ciotola traparente, la sua versione umida, invece, non è altrettanto carina. La cosa migliore sarebbe conservare la miscela in contenitori di ceramica chiusi (o comunque non porosi), con un tappo forato per far traspirare l’essenza nei nostri ambienti domestici. Questo perché la miscela è in continua macerazione: non sarà bella da vedere, ma che profumo!

Il processo di maturazione dei petali e delle spezie può proseguire anche per alcuni anni. Perciò, prima di cominciare, scegli con cura gli ingredienti per diffondere in casa l’aroma giusto. Sarebbe davvero un peccato lavorare una sessantina di giorni e avere un prodotto così persistente, per poi scoprire che la fragranza non ci piace o non si addice alla casa!

Anche in questo caso, però, può sempre scattare il piano “idea regalo”…   ; )


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl